Ho scoperto come avere una casa pulita e ordinata

Avere-casa-pulita-Pulizie-veloci

E tu dirai “Sticazzi, a 43 anni era ora!” 😀

Ok, non sarò mai la casalinga provetta che cinguetta facendo le faccende dopo una giornata passata a lavorare. Se mi vedete in quelle condizioni vi prego chiamate un esorcista perché la possessione demoniaca è l’unica risposta possibile!

Ma ovviamente anche io amo vivere nel pulito e nell’ordine e una soluzione era da trovare.

Quindi ecco le conclusioni a cui sono arrivata e il metodo che ho messo a punto (questo non era più adatto alla mia gestione lavorativa da freelance, né alle modifiche di orari che ci sono state negli anni per la nostra famiglia):

  1. Si collabora tutti: ormai Ida ha quasi 11 anni e il suo letto lo rifà da sola e la sua camera la spolvera lei. In più ha imparato alcune ricette semplici e se ho da fare cucina da sola. Core de mamma! Mio marito ha molto meno tempo di prima da quando ha cambiato lavoro, ma ci sono cose che sono sue: svuotare le borse della differenziata, apparecchiare (se è a casa quando è ora di farlo) e molto più semplicemente eseguire i compiti che gli affido di volta in volta. No, le cose da solo non le vede quasi più e io ho deciso di smettere di discutere e parlare: voglio che faccia qualcosa? glielo dico!
  2. Non faccio la casalinga: le pulizie quotidiane debbono prendermi al massimo 30-45 minuti. Al massimo. ho un lavoro e una vita, grazie! Per tutto il resto c’è il weekend e l’aiuto di tutti.
  3. Fare poco ma quel che serve e tanta tanta costanza: ogni mattina, cascasse il mondo faccio alcune cose indispensabili a vivere in un ambiente ordinato e a cui aggiungo solo la regola “Quello che si usa si mette via perché tutto ha un posto”. Ecco gli indispensabili:

– Passare il panno antistatico…ok parliamo di Swiffer che ci capiamo meglio (no, non è un post sponsorizzato se no ci sarebbe scritto)…sui pavimenti. Tutti i pavimenti, anche la mia trascuratissima mansarda che ora vede nuova luce.

– Mettere il WC Net nei water

Rifare i letti

Non avere vestiti in bagno

Riordinare la sala prima di uscire

– Quando esco avere anche il lavello sgombro e pulito (almeno la parte grande della roba sporca, ma se solo riesco anche quella dove appoggio la roba lavata).

A questo si aggiungono periodici e frequenti attacchi di decluttering in cui svuoto mobili, armadi, ripiani della libreria e butto, dono, porto in biblioteca.

E ovviamente nel weekend facciamo le pulizie più sostanziose.

Ecco, mi andava di condividere qui questo rinnovato idillio con la Marion Cunningham che c’è in me, quindi ora ti passo la palla: tu sei una fanatica delle pulizie o, come me, preferisci poche cose ma fatte con costanza?

Trackbacks

  1. […] avere una The miracle morning. Trasforma la tua vita un mattino alla volta prima delle 8:00 […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: