Perché avere due agende

doppia agenda

Mai avrei pensato di scrivere questo post. Io credo fermamente nelle 10 regole per gestire il tempo e soprattutto in quella che recita “Tenere un’unica agenda casa-lavoro”, quindi penso che in molti saranno stupiti da questo titolo.

Che però, ammettiamolo, è un titolo un po’ truffaldino 😀

Perché? Semplicemente perché se per agenda intendiamo quella su cui segnare gli appuntamenti e le cose da fare, allora io ne ho sempre solo una anche se in questo periodo si è drasticamente ridotta di dimensioni essendo passata da una Filofax A5 a una personal (ma sempre Filofax).

calendar agenda personal

La nuova agenda è verde acqua (un colore che adoro!) e dentro ho solo il calendar per gli appuntamenti, qualche foglio e qualche divisorio per gli appunti veloci, un paio di taschine con zip, il righello e i post it.

contenuto agenda personal

Stop. Leggera, piccola, comoda. Perché la mia borsa è sempre più piena di cose siccome le mie giornate sono sempre più frenetiche: tablet con tastiera, smartphone, cavetti di ogni genere, hotspot per conettermi ovunque, beauty…non posso continuare a rompere i manici!

Quindi viva la leggerezza, perché come mi disse tempo fa un amico “Solo gli stupidi non cambiano mai idea” e io non sono stupida, quindi mi converto al formato personal.

E la meravigliosa A5? Che fine ha fatto? Semplice, l’ho trasformata in raccoglitore per appunti, progetti, ecc…

agenda A5

Obiettivamente un’agenda con divisori è veramente molto comoda per questo tipo di cose. Più piccola di un blocco, più larga di una moleskine ma comunque facilmente trasportabile, è solida e versatile. Una scelta decisamente pratica.

All’interno ho solo tolto la parte di agenda vera e propria per poi lasciare il resto invariato (ok, ho aggiunto anche qui i pois sulle linguette dei divisori che separano i vari progetti :-D).

Abbinare le due agende mi ha resa più leggera ed efficiente. La personal è comoda per tenere sotto controllo gli impegni, se lo spazio è poco aggiungo un foglio “to do list” già pronto che potete scaricare da Una Vita a Colori in entrambi i formati.

Per contro la A5 mi consente di tenere sotto controllo la programmazione del lavoro, gli appunti dei progetti principali che seguo, le cose di Ida e tutto quello che mi serve per gestire famiglia e lavoro. Decisamente comodo e senza l’ingombro del calendar riesco a fare tutto molto meglio.

Che ve ne pare? Voi avete mai valutato di utilizzare due agende?

Commenti

  1. Ciao! Non posso che condividere il tuo pensiero e la tua “nuova rotta” 😉 Anche io ho due agende, ma sono ancora più minimal: in borsa ho una pocket solo col diario, per gli appuntamenti personali e lavorativi, qualche foglio di note e i to-do viaggiano su post-it passeggeri.
    A casa, invece, ho una personal, in cui ho un calendario molto ridotto (una settimana per pagina) dove gestisco gli “impegni” della casa (pulizie, organizzazioni, ecc.) e le scadenze del mio blog (cose che non mi servono in borsa quotidianamente) e poi varie sezioni per progetti, idee e tutte le altre cose che possano venirmi in mente!
    Anche io, in questo modo, viaggio leggera in borsa, ma sono sempre ben organizzata 😉
    A presto!

  2. Ciao, io quest’anno ho organizzato una fulltime A5 con separatori e fogli stampati da me con disegni di Sara Key ( il solo aprirla mi fa stare bene!!), in cui gestisco gli impegni familiari e dei bambini, l’organizzazione domestica, lavorativa e dei blog. Fuori casa uso l’agenda dell’i-phone con la quale posso sincronizzare gli impegni con mio marito e mi permette di avere una borsa più “leggera” (se così si può chiamare perchè straripa sempre di 1000cose tra pannolini e giochini dei bimbi).
    Ti abbraccio!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: