Riciclare gli avanzi di pandoro e panettone

Questo Natale la mia cucina sembrava, almeno a sentire mio marito, peggio di un altoforno da fonderia in funzione 24 ore su 24. Ho sfornato pandori e panettoni fino a trovare la ricetta perfetta (per il pandoro missione compiuta ma non per il panettone umpf!) e di conseguenza dopo capodanno avevamo un bel po’ di avanzi in giro per la cucina.

Come liberarcene visto che ormai non erano più così eccezionali da mangiare “in purezza”? Beh, mi sono inventata di sana pianta una bella ricetta veloce e buonissima per riciclare gli avanzi di dolci natalizi.

Ingredienti

  • Avanzi di pandoro o panettone (o entrambi)
  • 2 uova
  • 50 g di zucchero
  • 1 cucchiaio colmo di farina
  • 250 g di latte
  • 170 g latte condensato
  • 125 g formaggio spalmabile
  • 350 g ricotta

Procedimento

Foderate con la pellicola trasparente uno stampo da plumcake.

Preparate la crema pasticcera mescolando bene i tuorli d’uovo (con le chiare e zucchero a velo potrete preparare le meringhe) con lo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungere la farina continuando a mescolare fino a completo assorbimento.

Nel frattempo scaldate il latte (potete aggiungere vaniglia o scorza di agrumi) che poi verserete a filo sul composto di uova continuando a mescolare.

Tagliate il pandoro a fette non troppo sottili e usatele per fare uno strato nello stampo

riciclare-pandoro-panettone-1

Sovrapponete a strati crema pasticciera e pandoro, richiudete i lembi della pellicola e comprimete bene

riciclare-pandoro-panettone-1

Mettete in frigo per tre ore e intanto preparate la crema di copertura mescolando latte condensato, ricotta e formaggio spalmabile. Montate tutto molto bene con le fruste e mettete anche la cream, coperta con una pellicola, a solidificare in frigo.

Estraete il dolce dopo le tre ore, rovesciatelo su un piatto, togliete la pellicola e aiutandovi con una spatola da pasticcere ricopritelo con la crema al formaggio.

Ma così tutto bianco mi sembrava un po’ triste e poi mi ballavano in cucina alcuni quadretti di cioccolato alle nocciole e cioccolato bianco che nessuno mangiava (miracolo in casa nostra!).

Quindi li ho presi, li ho tagliati grossolanamente col coltello e li ho messi sopra al dolce

riciclare-pandoro-panettone-3

Il risultato è stato molto apprezzato da tutta la famiglia e anche io, che di solito sono ipercritica nei confronti dei miei risultati culinari, devo ammettere che sono molto soddisfatta.

Ma se questa ricetta non vi sfizia eccovi altre ricette per riciclare gli avanzi di dolci da forno natalizi:

Sugli stessi siti potete anche trovare deliziose idee per riciclare torrone e frutta secca natalizia.

Se invece il problema è un avanzo di carne il trucco è sempre lo stesso: polpette. Io le faccio con la carne cotta, una patata lessa, magari una carota sbollentata, parmigiano, un uovo e un tuorlo, pangrattato q.b.

Potete farle al forno, fritte o prima cotte e poi messe in umido con una bella salsa di pomodoro.

In alternativa potete fare quello che noi chiamiamo “il poccino“: tutti i pezzi di carne messi in umido con un sughetto di pomodoro, cipolle/porri (io li adoro!), carote, sedano e uno spicchio d’aglio. Fate amalgamare bene sapori e ingredienti e avrete una cena stupenda che potrete anche porzionare e congelare per i momenti di fretta assassina.

Anche il cioccolato potete congelarlo per poi usarlo nelle torte o da fondere come decorazione.

Possiamo quindi approfittare di quello che sembra un problema (= gli avanzi) per trasformarlo in un’opportunità (= pietanze pronte per quando il tempo scarseggia).

Perché l’organizzazione non ci deve imbrigliare ma semplificarci la vita e farci risparmiare (tempo e denaro).

E voi con quanti avanzi vi ritrovate alla fine delle feste?

Commenti

  1. Sììì, le polpette 🙂 !
    Io con il panettone ho fatto un sacco di Cake pops… proprio due giorni fa!
    Se ti va, li vedi qui http://firmatocarla.blogspot.it/2014/01/e-dolce-fu.html e c’è anche il link per la mia ricetta!!
    Ciauuu!

    • Sara Salvarani dice:

      Non nominarmi montagne di cake pops!!! Una montagna è quanto potrei farne fuori in tre minuti 😀

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: