12 settimane per organizzarsi: preparare il rientro a scuola

organizzare risveglio mattino scuolaOk, lo ammetto: il rientro a scuola quest’anno mi terrorizza visto che Ida andrà alla primaria e, considerando quanto lei è ancora alle sue abitudini, tempo molto l’effetto “che schifo le novità”.

Quello che senz’altro dovrà cambiare per tutti è la routine del mattino: la colazione sarà ancora più importante di ora, l’orario di ingresso sarà ferreo e non potrò fare come alla materna dove se mi scordavo qualcosa la potevo portare dieci minuti dopo.

Quindi eccovi le mie indicazioni per un inizio anno scolastico senza patemi.

Organizzazione fin da ora

Io preferisco sempre giocare d’anticipo e fare prima tutto quello che non sono costretta a lasciare all’ultimo momento.

Quindi ecco cosa vi consiglio di fare già in questa fine di agosto:

  1. Comprare tutto il materiale richiesto: le liste del materiale prmai sono state consegnate e comprando ora si può approfittare di occasioni migliori sia on line che off line.
  2. Etichettare tutto: io userò (al rientro dalle ferie) la mia mitica etichettatrice, ma voi potete anche scegliere normali etichette bianche, oppure trovarne di fantasiose in cartoleria, stamparle voi o addirittura utilizzare quei servizi on line che ve le mandano già stampate. Però purtroppo ogni singolo oggetto va etichettato col nome del bambino.
  3. Controllare il guardaroba e integrare: non so i vostri figli, ma Ida cresce alla velocità della luce e ho dovuto comprare almeno un guardaroba base per la prima parte dell’anno. 
  4. Decidere dove mettere le cose per la scuola: anche se poi faranno i compiti in cucina i bambini devono avere uno spazio in cui tenere le loro cose per studiare. Io sono per la politica delle stanze dedicate e attrezzerò una parte della mansarda a zona studio per Ida (accanto alla mia). Ho cambiato un po’ i miei progetti per non accapigliarmi col marito, ma le regole di un buon angolo per i compiti sono sempre valide.
  5. Preparare una routine scritta per i bambini: promuovere l’autonomia e la consapevolezza dei bambini è sempre una cosa buona. Oggi su Italia che Mamme! abbiamo pubblicato un esempio semplice semplice di stampabile per la routine mattutina. Questa andrà “rodata” a partire da una settimana prima dell’inizio della scuola perché i bimbi non sono  robotini da accendere e spegnere secondo le nostre esigenze (smettetela di dire “Magariiiiii!” che vi sento! 😉 )

Pianifichiamo settimanalmente

Ci sono cose che se pianificate nel week end ci lasciano liberi di respirare per tutta la settimana riducendo il numero di corse affannose:

  1. Organizzare i vestiti per tutta la settimana disponendoli su grucce etichettate che metteremo a portata di bimbi in modo da abituarli a prenderli e vestirsi da soli.
  2. Pianificare le merende: facciamo una lista delle merende della settimana e mettiamoci in casa tutto il necessario.

Iniziamo dalla sera prima

Non possiamo pretendere di fare tutto e bene alla mattina quando ci svegliamo, o di avere bimbi vispi e pimpanti se non iniziamo già a costruire il “mood giusto” dalla sera.

Ricordiamoci quindi che è importantissimo:

  1. Stabilire un orario per andare a letto e farlo rispettare. Ogni bambino ha esigenze diverse, ma ha anche un numero di ore di sonno minimo da fare se vogliamo che sia reattivo alla mattina. Anche questo va messo in essere almeno una settimana prima per abituare il bioritmo dei nostri figli ai nuovi impegni.
  2. Preparare la cartella alla sera: questo sarà importante per non dimenticare a casa il quaderno indispensabile o il materiale richiesto per un’attività speciale. Importantissimo farlo con i bambini per responsabilizzarli.
  3. I vestiti pronti già alla sera sono un bell’aiuto: prendiamo con i bambini (o se sono grandicelli facciamolo fare a loro) la gruccia, leviamo i vestiti e prepariamoli in ordine in camera o in bagno a seconda di dove i nostri figli sono abituati a vestirsi.
  4. Apparecchiare per la colazione già alla sera darà un senso di unione al pasto assieme e ci sveltirà le attività della giornata.
  5. Prepariamo la merenda per la scuola e se non rischia di rovinarsi/sbriciolarsi/andare a male mettiamola già in cartella.

Giochiamo d’anticipo alla mattina

Al mattino dobbiamo dare il buon esempio e soprattutto cercare di non arrivare al momento di uscire con i capelli dritti in testa e la gola rossa a forza di urlare.

Questo significa che anche noi dobbiamo esser bravi ed efficienti:

  1. Alziamoci almeno mezz’ora prima dei bambini così avremo modo di lavarci e vestirci con calma e metterci avanti con la colazione. Questo può fare la differenza fra iniziare la giornata col piede giusto o meno.
  2. Prevediamo di chiamare anche 3  volte i bambini prima che si alzino. Quindi se sappiamo che non sono dei fulmini a saltare giù dal letto iniziamo a chiamarli 15 minuti prima dell’orario giusto, poi di nuovo 10 minuti prima e infine 5 minuti prima.
  3. Siamo ligi nel far rispettare la routine: almeno all’inizio dovremo fare un po’ il sergente maggiore, ma è importante non perdere il ritmo o siamo finiti!
  4. Dopo tutto questo lavoro non sprechiamo le nostre fatiche e usciamo in orario considerando che possono sempre esserci 5 minuti di imprevisti lungo il tragitto (incontro la vicina mentre esco e mi attacca la pezza, una deviazione per lavori che ci porta via dal solito percorso, ecc…).

Che dite, possiamo farcela?

Commenti

  1. Io ho già l’ansia perché quest’anno tutti e tre iniziano nuove cose: il grande le medie, il mezzano la primaria e la piccola l’asilo quindi devo super organizzarmi per farcela, seguirò sicuramente questi tuoi consigli 😉

  2. ciao, sono barbara, classe 1976, mamma di riccardo (cicci) e rebecca (polpetta/ciccia), sono disoccupata, grassa e in depressione post-partum alla quarta! ma sono fortemente ottimista ^_^
    bellissimo post, per una che vive all’ultimo minuto è una manna 😉
    però lo stampabile per la routine mattutina mi apre una pagina “non trovata” 🙁

  3. Direi che è più o meno quello che facciamo noi….siamo messi bene, allora e mi consolo 🙂

  4. http://www.blogfamily.it/14649_la-merenda-per-la-scuola/
    ecco alcune delle merende che ho preparato l’hanno scorso e il nuovo portamerende di First, anche Second inizierà la primaria che emozione!

    • mammachetesta dice:

      Grazie! Una miniera di idee!
      Siamo in tante ad affrontare questo passaggio quest’anno…almeno ci faremo coraggio 😀

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: