Un giardino per la scuola di Medolla con Com-unity e Rock No War

20 maggio 2012.

29 maggio 2012.

La terra tremava e noi cambiavamo per sempre.

Vite spezzate, aziende a pezzi, paesi distrutti.

Sfollati. Paura. Sfinimento.

E poi solidarietà, voglia di rialzare la testa, di ripartire dalla normalità, dalle basi della società.

La casa, i bambini, le scuole.

Noi siamo stati fortunati: a Gualtieri niente vittime, solo qualche danno a edifici storici, chiese, pochi problemi alle scuole riaperte dopo una manciata di giorni.

Ma a Medolla no. A Medolla i danni sono stati pesantissimi.

Rock No War Onlus per Medolla

Rock No War ha deciso di sostenere il paese e in particolare i suoi bambini tramite l’iniziativa di crowdfunding Com-Unity

se tentare di tornare alla normalità è difficile per gli adulti, quanto può esserlo per dei bambini? Per questo, per aiutarli a ritrovare la serenità in una quotidianità che è anche diritto, abbiamo deciso di costruire il Polo Scolastico dell’Infanzia 0-6 anni di Medolla.

Con l’aiuto di tanti importantissimi e generosi sostenitori, abbiamo posato la prima pietra il 4 Agosto e abbiamo dato effettivo inizio al cantiere il 1 Ottobre 2012.

Il 23 marzo 2013, con immensa gioia, abbiamo ufficialmente inaugurato il nuovo Polo Scolastico dell’Infanzia 0-6 anni di Medolla.

Ma cos’è una scuola senza un bel giardino?

Non è forse, insieme a didattica e validità dei docenti, una delle prime cose che guardiamo per scegliere l’istituto in cui i più piccini passeranno parte delle loro giornate?

Un giardino per Medolla

E allora rimbocchiamoci le maniche perché Rock No War vuole regalare al Polo Scolastico 0-6 anni anche un giardino degno di questo nome: verde, curato, sicuro e con tanti giochi.

Maggiori informazioni sul progetto: http://www.com-unity.it/projects/un-giardino-per-la-scuola-di-medolla/

Per saperne di più su Com – Unity

È stato presentato a Modena il 21 marzo 2013 il nuovo portale italiano di crowdfunding, voluto da Banca Interprovinciale di Modena e da Studio SCOA di Bologna.

Banca Interprovinciale spa, fondata nel 2009, con un capitale sociale di 40 milioni di euro, da un gruppo di imprenditori modenesi e bolognesi, è nata per essere vicina al territorio, rapida nelle risposte, trasparente nei rapporti con i propri clienti e innovativa nei prodotti.

Com-Unity è frutto di questi obiettivi ed è stato sviluppato insieme allo Studio SCOA. Si tratta di un portale di crowdfundig in grado di offrire un’opportunità a chi ha un’idea e intende realizzarla, utilizzando al meglio le possibilità offerte dalla rete e dal mondo dei social network.

Com-Unity non è solo una nuova opportunità, ma è anche:

  • un “ambiente” protetto
  • un Comitato Etico indipendente che analizza e valuta i progetti presentati
  • un team di Tutor che aiutano a redigere il progetto
  • una sicurezza per chi dona. Se non si raggiunge l’obbiettivo minimo i soldi donati vengono restituiti

 

I social link di Com-Unity:

Il sito di Com-Unity: http://www.com-unity.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: