Verdura amore mio o della figlia atipica

header-progetto-riomare

“Almeno 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno”, perché mangiare più frutta e più verdura significa guadagnare salute ed è bene i imparare a farlo fin da piccoli. Il segreto è abituare subito i bambini ad un corretto ed equilibrato consumo di frutta e verdura. Come fare? Per prima cosa   iniziate a fargliene consumare sin dalla colazione accompagnando uno yogurt o una fetta di torta con una spremuta o una porzione di frutta fresca. A merenda poi proponete frullati, chips di frutta essiccata, polpa di frutta senza zuccheri aggiunti e macedonia che potrebbero stuzzicare i vostri bambini. Con questi pochi accorgimenti e senza nemmeno accorgervi sarete già arrivate a introdurre quattro porzioni nella loro dieta quotidiana.

Se a casa non c’è tempo di sbucciare e cucinare le verdure, utilizzate quelle surgelate, che nel giro di pochi minuti saranno pronte.

Frutta e verdure, così ricche di acqua, vitamine e sali minerali, forniscono anche una gran quantità di fibre. Inoltre non contengono grassi, aiutano a prolungare il senso di sazietà e a regolarizzare la funzionalità intestinale. La porzione media di verdura cruda dovrebbe essere di circa 250g (50g di insalata) mentre quella di frutta fresca cruda di 150g.  Quando acquistate frutta e verdura ricordatevi che è sempre bene preferire prodotti di stagione (i vegetali che giungono a maturazione in modo naturale contengono un valore nutritivo più alto) e prodotti locali a filiera corta (i ridotti tempi di trasporto e la conservazione aiutano a mantenere il contenuto vitaminico)…e perché non coinvolgere i vostri bambini nella scelta e nella preparazione di questi alimenti?

Di Roberta Cattaneo – dietista esperta in nutrizione

 

Sento continuamente amiche o conoscenti, ma anche tante mamme on line, che combattono una dura lotta quotidiana con i figli per far mangiare loro le verdure.

Molto spesso l’unica soluzione sembra essere quella di polpettizzare l’odiato vegetale dopo averlo cotto e tritato. Io stessa l’ho consigliato come trucco (ok, disonesto!) per far mangiare di tutto ai propri figli quando ho scritto questo post su Italia che Mamme!

Ma ora vi confesso una cosa. Lo dico piano per non farmi odiare troppo.

Ida mangia le verdure crude.

Carote, pomodori, finocchi, peperoni, verza…tutto!

In compenso di cotto solo zucchine e melanzane grigliate o patate lesse, arrosto o fritte.

Ma la verdura cruda la adora.

È arrivata a mangiarsi un peperone crudo a merenda. Stavo per disconoscerla e già mi prospettavo scene terrificanti in cui il peperone usciva a farci visita nel cuore della notte.

E invece no. Se lo è sgranocchiato tutto, ha cenato e dormito come un angelo.

Da lì ho imparato la regola aurea per riuscire a preparare una cena in casa nostra senza urlare e avendo un contorno: mai tagliare le verdure con lei in giro perché me le ruba da sotto il coltello. Anche con il rischio di condire il tutto con un pezzo del suo dito visto che pur di rubarmele arriva accanto alla lama. Grazie, anche no!

Certo i bambini sono molto particolari in fatto di cibo e abbinamenti.

Ad esempio da piccola adorava il minestrone, il passato di legumi e gli sformati di patate e fagiolini. Ci si è praticamente svezzata (sì, siamo s-fortunelli…non ha mangiato una pappa che fosse una…palato fine la signorina…).

E ora? Ovviamente li schifa e mi chiede di grattugiarle una carota. Ho anche provato a impuntarmi all’inno di “Si mangia quello che c’è in tavola” ma il risultato è stato semplice:  è andata a prendersi una carota in frigo e se l’è mangiata.

Sono battaglie che credo non vadano combattute 😀

E la frutta? Idem: cruda sì, cotta no. Crude mangia pure le arance. Ha sdoganato le marmellate un mesetto fa ma solo se fatte dal nonno (il che è bene visto che mio padre ci mette, come me, pochissimo zucchero).

Parlando con alcune amiche ho scoperto un trucco che usano le mamme meno fortunate di me: farciscono le verdure con altri cibi amati, ad esempio “costruendo” barchette di verdure ripiene di riso, formaggi, ragù e tonno. Onestamente il tonno è un incentivo ottimo per far gustare le verdure ai bambini (e anche le uova sode alle mamme lagnose che schifano il bianco 😀 ).

Quindi non disperate: i bambini cambiano, e spesso ci sorprendono piacevolmente anche a tavola!

ricetta-riomare-barchette-verdure
Questo post fa parte di un percorso itinerante di blog in blog alla scoperta del cibo e dello stare a tavola con una particolare attenzione ai principi della corretta alimentazione in collaborazione con Rio Mare e MammeAcrobate.

Commenti

  1. I miei figli sono un caso a parte, non amano nessun tipo di verdura e anche la frutta non la amano particolarmente, nonostante io gliel’ho sempre proposta. Per me è una lotta continua, soprattutto con il piccolo che ha 12 anni, lui proprio non mangia nulla. Il grande mangia la frutta e qualche tipo di verdura, vedi minestroni, insalata, pomodori, zucchine grigliate, patate e carciofi. Il piccolo nulla, ieri ho proposto loro le polpette di zucchine niente da fare, anzi crescendo è peggiorato. Stasera partecipo ad un incontro sul cibo e sui conflitti per capire se magari dietro a questo rifiuto c’è qualche problema, lui con il cibo è sempre stato difficile.

    • mammachetesta dice:

      Ti capisco! Io ho il problema del riso e di tutti i cibi che non riesce a “capire” facilmente come ravioli, cappelletti, panzerotti, sformati.
      Piatti che spesso ti salvano una cena e in cui puoi inserire i vari alimenti che schifa (tipo le verdure cotte che ogni tanto farebbe bene mangiare).
      Fammi sapere cosa ti dicono…magari trovo soluzioni anche io.

  2. I miei figli son come Ida, verdura cruda a volontà.
    Sono molto fortunata ma purtroppo non per tutte è così, bell’idea quella di fare costruzioni col cibo
    Adri

  3. Mia figlia, 15 mesi, al nido è l’unica bambina che mangia l’insalata… Ho detto tutto!

  4. mia mamma per farmi mangiare il minestrone mi coinvolgeva mentre lo cucinava, inscenando la preparazione di pozioni magiche e filtri (noi eravamo le streghe)…io mi divertivo e alla fine lo mangiavo pure! a volte il gioco è in grado di fare delle vere e proprie magie 🙂
    eli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: