Organizzazione: gli stampabili “must to have”

Qualche giorno fa vi ho presentato il mio quadernone ricoperto in stoffa e molti si sono incuriositi su cosa ci fosse dentro, soprattutto per la divisione in due parti: da un la to la “home organizer” e dall’altro la “blog organizer“.

Sapete bene che amo le liste, l’organizzazione, il “ogni cosa al suo posto”, i post it e le app gestionali.

Il motivo è semplice: cerco di combattere la mia natura casinista e approssimativa seguendo con metodo una serie di pratiche di gestione.

Ho cambiato tanti tipi di agende, ma mai ne ho trovata una adatta a me perchè volevo che fossero:

  • belle
  • personalizzabili
  • con fogli sostituibili (così se in caso di disastri non avrei avuto davanti agli occhi la prova della mia idiozia)
  • spaziose
  • che mi dessero in un colpo d’occhio sia il planning della settimana che i “to do” ancora da collocare
  • con la possibilità di fare annotazioni quotidiane per giorni particolarmente intensi
  • con dei promemoria standard per le attività di routine
  • che mi bacchettassero se non seguivo i miei buoni propositi 😀

Non credo sia diffcile capire che un’agenda così on esisteva.

Però girovagando nel web ho scoperto le meravigliose organizer delle blogger americane e ho deciso di creare quella giusta per me.

Oggi voglio condividere con voi gli strumenti che ho trovato in rete o creato su misura per me a forza di vedere modelli in giro.

L’introduzione

inizio-organizer-home

La sezione dedicata alla casa si apre con una cosa che amo: la To Do List 2013 con l’elenco dei buoni propositi per questo nuovo anno. L’ha creata la bravissima Elena Valli per Donna Moderna Bambino. Qui potete scaricare la lista dei buoni propositi.

Ma come realizziamo questi impegni che abbiamo preso con noi stessi? Insomma…come fa la nostra agenda a controllarci? 😀

Con il “21 Days to becoming (the me that I really want to be)” di Mama Jenn, una check list che si basa sul principio secondo il quale servono 3 settimane per instaurare una buona abitudine. Si scrive in alto il proprio impegno, il perchè lo si vuol eportare avanti e un incoraggiamento e poi ogni giorno per 21 giorni si fa una X se si è mantenuto il nostro proposito. Se si salta un giorno si ricomincia da capo con il secondo “attacco all’impegno”.

Dopo questa introduzione seguono le due sezioni della home organizer: il planning e le pulizie che ho suddiviso con due divisori dotati di tasca anteriore e posteriore. In quello del planning ho inserito davanti la to do list di Elena e dietro i “21 Days”.

Il planning

planning-famigliare

Attualmente il mio planning si apre su un vecchio modello settimanale che uso ancora perché ne avevo stampato diversi e ormai sono allergica agli sprechi, soprattutto di carta (e cibo). Però oltre ai primi due modelli molto semplici che avevo indicato in questo post, ne ho preparato uno più carino e con spazi dedicati al movimento fisico quotidiano (uno dei miei buoni propositi per quest’anno come sanno bene le mie amiche del gruppo facebook #runningformommies) e alle pulizie di casa.

Preferisco separare queste attività dalle altre perchè le incastro in tutto il resto e quindi possono essere fatte alla mattina alle sei come andando in ufficio (il movimento non le pulizie 😉 ) o alla sera dopo cena, mentre tutte le altre incombenze come lavoro, appuntamenti, impegni di Ida, ecc… li metto in ordine di orario.

Infine per i giorni molto caotici, quelli in cui nemmeno riesci ad andare in bagno per capirci, inserisco dietro il planning settimanale anche il planning giornaliero in modo da chiarirmi ulteriormente le idee.

Le pulizie

Io odio pulire! Non si era capito? IO ODIO PULIRE!

Ma la casa non può essere lasciata stile bomba esplosa e “ufficio di igiene salvaci tu” così le pulizie vanno fatte.

E siccome odio ancora di più farle nel week end rinuncio volentieri all’aiuto di mio marito che il sabato ci si dedica senza problemi e lo faccio in settimana un pezzetto alla volta. Non avrò mai una casa immacolata da cima a fondo ma almeno il colera lo evitiamo e nel week end possiamo fare cose più divertenti.

pulizie

Mi sono costruita sostanzialmente tre tabelle suddivise in due fogli:

  1. Le pulizie quotidiane separate secondo uno schema mangereccio: prima e dopo i singoli pasti (tipo che dopo pranzo ho segnato “sparecchiare, caricare lavastoviglie, spazzare sotto la tavola” :-D)
  2. Le pulizie settimanali: ogni giorno della settimana ha una cosa da fare come ad esempio spolverare, passare l’aspirapolvere, pulire la cucina, ecc… che viene riportato nel planning settimanale sul giorno opportuno.
  3. Le attività mensili ovvero quelle cose che faccio più di rado tipo lavare le tende, spolverare i termosifoni, pulire le maniglie delle porte, ecc…che ho assegnato mese per mese con colori diversi.

Da scaricare:

 

Per ora il sistema regge…vedremo con il tempo come va. E voi come schedulate le varie attività?

 

Commenti

  1. amo l’organizzazione, amo le agende. E’ davvero molto carina questa gestione, curata nei minimi dettagli. Sinceramente mi mette un po’ l’ansia però 😛

  2. Non ce la farei mai e poi mai a tenere un’agenda. La compro ogni anno e appunto solo i primi due giorni. Poi rimane bianca e candida per tutto l’anno!

    • mammachetesta dice:

      Con l’agenda normale succedeva anche a me, l’organizer tradizionale era troppo piccola e poco flessibile…con questo sistema finalmente riesco ad organizzarmi!

  3. Lo schema delle pulizie é simile a quello di flylady, ma flylady ha il vantaggio delle email quotidiane con le missioni specifiche…

    • mammachetesta dice:

      Ecco, a me i gruppi di questo tipo creano ansia! Nel senso che mi viene l’ansia da prestazione…forse da competizione?…da non essere all’altezza del gruppo? Boh…comunque so che sono da ricovero 😀
      Invece facendo tutto da sola mi sento più libera.
      Però mi sa che devo chiederti più info su Flylady perchè sono tutti pensieri miei e non conosco bene il sistema.

  4. Ma grazie Sara per avermi citata. Ci devo provare a fare un’agenda del genere. Anche io sono di quelle che compila di solito le prime due pagine e poi le lascia bianche..ma questa volta mi voglio impegnare.
    Grazie dell’idea

  5. Sai che anche io non trovo un’agenda come la vorrei, i tuoi spunti mi piacciono molto e dopo me li guardo meglio decidendo cosa stampare, anche io adoro le liste, non potrei vivere senza, l’organizzazione è una mi fissa.

  6. Bravissima!!!!!! Che bella idea. Grazie Sara! (è la prima volta, credo, che ti commento qui, ma ti seguo anche da altre parti)

  7. tu le tende le lavi tutti imesi???? emh emh…..bellissimi i tuoi planning

    • mammachetesta dice:

      Tu hai una mucca viola in giardino?!? Ma secondo te?!?! “Mensili” vuol dire che ogni mese faccio una cosa o due…non sono mica impazzita 😀

  8. mammadifretta dice:

    se mi aiuti a fare anche un occhiello per sistemare la paletta di legno per darle in testa a papi che chiama continuamente perchè vuole un biscotto, ha trovato una casa carina ma poi è un bilocale e varie ed eventuali ci sto :). Perchè mi organizzo..ma poi… comunque carinissima 🙂

  9. mammachetesta dice:

    Eh…lo sai che ti capisco vero?

  10. Ma io a voi donne così ben organizzate vi ammiro e vi venero, io non ci riuscirò mai, forse ho bisogno di una lobotomia, è proprio il,cervello che si rifiuta di essere organizzato 🙁

    • mammachetesta dice:

      Ti svelo un segreto: io sono disorganizzatissima! Ma con questi metodi riesco a contenere la mia naturale inclinazione al caos domestico.
      Sul lavoro no, sono ordinata e precisa, ma in casa se non faccio così non sopravvivo.

  11. Ho appena letto questo post e sono ammirata. Anche a me piacerebbe programmare, organizzare, avere delle routine. E invece poi finisce che vado a caso. Ho un’agendina che ho usato meno di un mese e un planning settimanale per i pasti che ho usato esattamente per due settimane….. Il planning delle pulizie è geniale…. ma una risorsa indispensabile è la costanza…. chissà se riesco a farmela venire! Comunque grazie per le idee e gli spunti!

  12. Ciao!
    Volevo ringraziarti davvero per gli spunti che mi hai dato. Ho messo in atto i piano organizzativo settimanale ed ho guadagnato tempo libero e tranquillità! niente più stress da pulizie del sabato. Ora il piano è quello di iniziare con il Planning Annuale, così anche i cambi stagione e i lavori più impegnativi troveranno una loro collocazione. A te e ad al blog Casa Organizzata ho dedicato il mio ultimo post. Ecco il Link se vuoi venire a dare un occhiata:

    http://conlemaninelsacher.blogspot.it/2013/06/law-order-il-metodo-organizzazione.html

    Ciao e grazie
    Arianna

  13. I files non sono più disponibili. Non li lascia scaricare

  14. non si aprono il link…puoi verificare? mi piacerebbe stamparli 🙂

Trackbacks

  1. […] piano d’azione per poter tenere sotto controllo la mia vita entropica e ho elaborato un mio sistema per l’organizzazione domestica. Per programmare la mia attività di blogger invece uso da tempo il blog planner di MamaJenn, ma […]

  2. […] preferisco disponibili in rete perché se ancora non avete trovato il vostro significa che anche quello che ho preparato per me non è quello adatto a voi, il che è normale perché voi non siete me e ognuno deve trovare il […]

  3. […] Con i divisori a linguette posso avere tutto (casa, lavoro e blog) in un unico post e subito a vista. Nella linguetta che vedete ora numerata con il 5 inserirò le cose riguardanti la scuola di Ida (orario, recapiti, voti, ecc…) e nel 6 il planning delle pulizie. […]

  4. […] non ci hai già dato una roba simile nel tuo family planner? Lo so che lo state pensando tutte e avete perfettamente […]

  5. […] ho creato un mio planning personalizzato in questo post dove troverete anche il planning per le pulizie straordinarie, indispensabile per decidere quando […]

  6. […] mi chiedono come faccio a fare tutto. Oltre ai soliti strumenti di cui parliamo spesso (agenda, planning, agenda virtuale) devo confessarvi il mio vero grande segreto: la mia casa è un […]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: