Come ho riordinato la dispensa

Ieri (sì, il giorno dell’Epifania, nonchè domenica, nonché ultimo giorno di vacanze) mi è preso il raptus del riordino e della riorganizzazione ed ho messo mano alla zona studio della mansarda e alla dispensa che abbiamo in cantina.

Visto che la zona studio ci metterà un po’ a essere terminata, vi presento la mia nuova dispensa bella ordinata e organizzata. Obiettivo: mantenerla così per almeno un mese!

Non ho acquistato nulla utilizzando il piatto in legno rotante della fonduta (non la facciamo mai), delle scatole di elettrodomestici che sono collocati in pianta stabile in cucina e una grande borsa termica che usiamo solo in vacanza.

In cantina abbiamo una scaffalatura in legno IKEA ad angolo con quattro ripiani e uno spazio sotto, quindi partiamo dall’alto e vediamo le varie zone e come le ho organizzate.

 organizzare-dispensa-1

Nel ripiano più alto ho riposto la carta igienica, i fazzoletti, tovaglioli di carta bianchi e carta casa. Tutte cose ingombranti e che si prelevano non quotidianamente.

Riorganizzazione dispensa 002

Nei due ripiani centrali ci sono i generi alimentari.

In quello superiore tutto il dolce e i prodotti per la prima colazione, comprese le marmellate e la frutta sciroppata fatta in casa (da me o regalata) e quello che serve per preparare dolci e decorazioni.

In quello inferiore ho invece messo tutto il salato e le bevande (noi non compriamo acqua minerale se non in piccole bottigliette per lo sport ma anche queste di rado, quindi quell’ingombro non lo abbiamo): latte di riso (quello vaccino è fresco e va in frigo), succhi di frutta, pasta, tonno e sgombro in scatola, cereali da cuocere, funghi, passata di pomodoro fatta in casa,mostarde e salse di accompagnamento homemade.

La cosa più comoda è il piatto girevole

Riorganizzazione dispensa 004

che mi permette di avere tutto facilmente disponibile e visibile senza dover ravanare in eterno.

Infine l’ultimo ripiano e lo spazio sotto la scaffalatura

Riorganizzazione dispensa 003 - Copia

Nel ripiano ci sono tutti i prodotti per la casa: bicarbonato, soda, stampi vari che non ci stanno in cucina, la macchina del gelato,bottiglie da liquore e materiale per party (piatti decorati, tovaglioli particolari, ombrellini per antipasti, cannucce, ecc…).

Nello spazio a pavimento in due scatole vuote ho messo tutti i barattoli di vetro che prima erano sparsi sui vari ripiani in equilibrio precario, mentre nella borsa termica sono riposti i contenitori alimentari in plastica.

Durante questa operazione ho gettato due sacchi di spazzatura e non era cibo scaduto (solo dei rimasugli di biscotti che erano scivolati dietro a della roba e non vedevo) ma proprio ciarpame! Scatole vuote, sacchetti di plastica strappati, vasi di sottoli vuoti scompagnati dai coperchi e non utilizzabili per attività varie, borse talmente sporche da non poter essere lavate e cosine amene del genere.

A breve spero di potervi far vedere anche la mansarda con qualche nuovo accorgimento e un bel lay out ordinato quindi…stay tuned!

E voi non avete mai voglia di riorganizzare la casa? Da cosa partireste?

Commenti

  1. non è che ti va di fare un salto anche a casa mia? 😉

  2. Susanita72 dice:

    Non è che hai fatto una foto PRIMA del tuo bellissimo intervento? Amo i “prima e dopo”!!! Anche perchè così ci facciamo un’idea!

  3. quella del piatto girevole è una gran genialata!

Trackbacks

  1. […] un armadio in cui teniamo scope, stracci, detersivi, spugne e robetta varia. Il mio è in cantina, accanto alla dispensa e periodicamente arriva a livelli di devastazione assoluta. Lunedì ad esempio era […]

  2. […] sono sempre più felice di aver rinunciato ad allargare la cucina per mantenere lavanderia e cantina con dispensa: i locali di servizio sono sottovalutati come importanza…finché non hai figli e il tempo non […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: