Insieme contro il tetano neonatale

dashperunicefCi sono persone che non si fanno tante storie: ricevono una proposta “dura” ma meravigliosa, ne parlano in famiglia e nel giro di pochi giorni sono pronte a partire per una destinazione difficile e sconosciuta ai più.

Una di queste persone eccezionali è Claudia Porta, una blogger che chiamo amica perché me la sento vicina di cuore e ancora di più da quando ci siamo incontrate in occasione del MammacheBlog Social Family Day.

Claudia ha ricevuto una chiamata da DashPerUnicef per partire alla volta del Camerun e insieme a una delegazione composta da giornalisti, rappresentanti di P&G e Unicef, e Valeria Mazza, che anche per questa edizione ha voluto dare il suo sostegno, testimonierà sul campo l’impegno per sconfiggere quella che lì è una vera piaga: il tetano materno e neonatale.

Il tetano materno e neonatale è una malattia ormai eliminata in Occidente, ma in molti Paesi in via di sviluppo rappresenta ancora un serio rischio per la vita di milioni di donne e bambini, a causa della scarsa igiene durante il parto. Si trasmette con il taglio del cordone ombelicale, ma può essere efficacemente prevenuto somministrando alle future mamme due dosi di vaccino contro il tetano, con l’ultima dose due settimane prima del parto.

Sappiamo tutti molto bene che questa è una soluzione per il “qui e ora” perché sul lungo periodo la vera soluzione è aiutare i Paesi in via di sviluppo a godere di condizioni igienico-sanitarie alla stregua delle nostre.

Ma un problema serio c’è ora, per un qualche bambino che sta nascendo in questo momento e il progetto DashPerUnicef serve proprio a quel bambino e alla sua mamma.

L’obiettivo è eliminare il tetano materno e neonatale in 59 paesi in via di sviluppo entro il 2015. E il traguardo si avvicina: Myanmar, Uganda, Senegal, Liberia, Ghana, Guinea Bisau, Timor Est e Burkina Faso sono gli ultimi 8 paesi in via di sviluppo dove la malattia è già stata eliminata. Questo anche grazie al contributo delle famiglie italiane che hanno aderito alla campagna Insieme contro il tetano neonatale, promossa da P&G Italia in favore dell’UNICEF, con cui P&G negli scorsi due anni ha donato all’UNICEF 45.418.145 vaccini.

Gianfranco Rotigliano, già Direttore UNICEF Africa Centro-Occidentale, racconta:

“Entro fine anno saranno altri 9 i Paesi in cui verrà dichiarata l’eliminazione del tetano materno e neonatale. Fra questi, il Camerun. Dal 2006 sono state vaccinate più di 4 milioni di donne in età fertile e sono stati raggiunti i risultati che permetteranno al Camerun di essere sottoposto al processo di validazione che sancisce l’effettiva eliminazione dell’epidemia.”

Claudia è partita per questo e per questo le dico grazie.

Ma il ringraziamento migliore a lei e a tutta la delegazione credo sia sostenere il progetto. Possiamo farlo seguendo Claudia e i suoi aggiornamenti, a partire da questo post, condividendo le sue foto che caricherà su Pinterest e le sue testimonianze di viaggio, ma anche raccontando a DashPerUnicef le tue esperienze ed opinioni sull’impegno umanitario, che saranno diffuse on line.

Per maggiori dettagli potete seguire DashPerUnicef su Twitter con gli hashtag #dashperunicef #p&gperunicef #pgperunicef #controiltetano #incamerunconclaudia.

Infine dal 1 ottobre e fino al 31 dicembre 2012, sarà possibile sostenere l’iniziativa anche presso supermercati e ipermercati grazie a un semplice meccanismo 1 confezione=1 vaccino. Basterà individuare le confezioni o le attività promozionali legate all’iniziativa e, per ogni confezione acquistata, Dash e le altre marche P&G doneranno all’UNICEF l’importo equivalente all’acquisto di una dose di vaccino. Al fianco di Dash, ci sono Gillette, Pantene, Oral-B, AZ, Olaz, Herbal Essences, ACE, Ambi Pur, Fairy, Mastro Lindo, Swiffer, Viakal.

 

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: