Il cibo, la famiglia e la Parodi

Io sono una geek all’antica.

E pure un po’ bacchettona su certe cose, anche se non integralista.

Cioè…compro i  biscotti come tutti, le patatine fritte sono surgelate, idem i piselli i funghi e spesso gli spinaci.

Però a tutto c’è un limite! Per me in cucina il limite del pronto è costituito da:

1. soffritto surgelato

2. besciamella pronta

3. panna ai funghi/asparagi/prosciutto.

Considero queste cose di una banalità assurda e velocissime da preparare e vedere che una che propone cucina per le famiglie (sì, la Parodi!) usare questi sistemi…a me fa venire il nervoso.

Non mi frega nulla che faccia la finta-alternativa-antigourmet dicendo a Mughini che lei non prende il sale dell’Himalaya ma quello del supermercato…i fighi ogni tanto li facciamo tutti…ma quando usa il precotto solo per una questione di…immagine (“io sì che capisco le donne indaffarate, le mamme che lavorano! io uso il soffritto surgelato!”) la sbatterei al muro.

Perchè diciamocelo: a fare il soffritto ci metti 5 minuti scarsi così come a buttare i funghi in padella aggiungendo poi la panna (o magari il latte così son più leggeri e il sapore del fungo non si copre). Non è quello che ci porta via tempo.

Sono le altre settantamila cose!

E’ l’ora di macchina o mezzi per raggiungere il posto di lavoro, sono i salti mortali per arrivare in tempo ovunque si richieda la nostra presenza (di solito più posti contemporaneamente manco fossimo il mago Silvan), sono le lavatrici, asciugatrici, stendino, ferro da stiro, “mamma giochi con me alla maestra che io sono la maestra F. e tu la maestra S. e dobbiamo far colorare le marionette ma su fai colorare i tuoi bambini e poi mandali in salone e poi richiamali che c’è la merenda”.

Preparare il soffritto anzi è un’azione terapeutica dopo tutto ciò.

Pulire le verdure sognando di spellare il capo che non sopportiamo, poi sminuzzarle come se avessimo sotto la lama quel cliente che non riconosce un paragrafo da un elenco numerato, poi il buttare il tutto sull’olio sfrigolante in padella sognando di farlo al vicino di casa che parcheggia sempre 10 cm troppo avanti bloccandoci l’ingresso al nostro cancello proprio stasera che rientravamo con 4 borse di spesa.

Oggi le mie colleghe si sono stupite perchè alla mattina mi alzo presto, rinfresco la pasta madre (l’ho chiamata Bianca! amorucciodimammasua!) e impasto le ciappe agli aromi .

Ecco, a me rilassa.

Mi fa partire bene la giornata pensare di maneggiare qualcosa di così vivo e anche il pensiero di cucinare per chi amo mi mette di buon umore.

Il che non significa che debbano farlo tutti per carità…di malate di mente basto io al mondo!

Però penso che spacciare come “fatto in casa” qualcosa come il soffritto industriale surgelato sia poco corretto. Anche perchè c’è tutto un discorso ambientale e di sicurezza della materia prima e di prodotti chimici utilizzati sulla verdura da considerare.

Se sono io ad acquistare la verdura che uso ho anche la possibilità di scegliere dove comprarla, controllando la qualità della materia prima e la sua provenienza.

Insomma…tutto questo per dire che ho questa frustrazione addosso che solo ora sto parzialmente risolvendo: Belvetta ama la Parodi. Io la odio.

Per fortuna c’è Alessandro Borghese con le sue erbe aromatiche coltivate in casa che sta prendendo piede.

Ce la posso fare…

Comments

  1. Condivido in pieno, tagliare le verdure è terapeutico ;) La besciamella pronta l’ho presa una volta perchè veramente non sapevo dove sbattere la testa..sembrava stucco…e nonostante avessi l’acqua alla gola ho buttato lo stucco e fatto la mia… Le panne aromatizzate non mi hanno mai ispirata.. Certo anch’io prendo certe cose pronte, ma a tutto c’è un limite e mi sembra che tu l’abbia spiegato in modo ineccepibile. .. Invidio ad Alessandro Borghese le sue erbe aromatiche.. io non riesco a coltivarle tutte sul terrazzo perchè alcune non richiedono il pieno sole..Ma al profumo del mio basilico non potrei mai rinunciare :) Buona giornata. Cristina

  2. angela says:

    Condivido quelle che dici, io vedo ogni tanto il programma della Parodi e mi piacciono alcune ricette facili e veloci, ma la penso come te, anche io preparo quello che posso in casa, tipo faccio il soffritto con le verdure e poi le congelo per velocizzare i tempi…oppure preparo io il pangrattato, idem per la besciamella…Alessandro Borghese è un mito anche se la trasmissione a quell’ora non riesco quasi mai a vederla, meno male c’è internet!!!

  3. Ah.. Mi è piaciuto così tanto quello che hai scritto che mi permetto di condividerlo sulla pagina FB del mio blog https://www.facebook.com/#!/pages/Nella-cucina-di-Nonna-Pina/303896716294589

  4. Concordo totalmente con l’antipatia per la Parodi: non sopporto quel suo sfigheggiare in cucina col tacco 12 perchè anche se mamma e donna indaffarata LEI si che continua e essere figa.
    Come se tutte le donne che girano con gli anfibi per comodità o no hanno il tempo per parrucchiere e truccatore dovessero sentirsi delle inette.
    E ti dirò di più: sabato ho dimenticato di comprarla e ho dovuto fare, dopo anni, la besciamella… ovviamente buonissima :D

  5. sai perché lei piace secondo me, alle mie colleghe e ai miei bimbi compresi? Perché è sempre in cucina con calma e voglia di scherzare, fa le cose esteticamente accettabili ma secondo me insapori e incarna un po’ il modello di donna che si vuole essere ora.

    Peccato che per una cuoca mediocre come me la soddisfazione è fare sempre qualcosina con le proprie mani, anche veloce, ma semplice e genuina e alternare cose surgelate o semi preparate con altre fresche, di stagione.

    Proverò a mettermi un bell’abitino … ma in effetti cucinare la domenica con gli amici con spirito e un bicchiere di vino, con idee e suggerimenti e qualche scherzo mi fa sentire in linea con la parodi-dance!

  6. mammazeroventi says:

    Ma dai la Parodi non è così pessima!!!
    Le sue ricette sono semplici e facilmente ripetibili anche in presenza di due nani urlanti, e sono più da mamma-cuoca che da chef!!!
    Su una cosa però non si discute IL SOFFRITTO SURGELATO NON SI PUO’ VEDERE…E ANCHE LA BESCIAMELL PRONTA…e aggiungerei anche un pensiero per i suoi mega tacchi (che se li uso io mentre cucino richio di finire con la faccia nel forno)!!!
    In sardegna diciamo che i suoi ingredienti son da “mandroni” (=pigri), ma se usi prodtti decenti e freschi certi piatti meritano davver di essere fatti e mangiati!!!
    Buona giornata!!!

    • mammachetesta says:

      Non discuto sulle ricette (certo che se fai i biscotti alle mandorle fai quelli che si cuociono e non massacrare lo stomaco dei tuoi figli con il latte condensdato crudo!), ma proprio su di lei che si fa i soldi solo su un’immagine finta e sul non-sano
      Perchè è vero che le sue ricette rifatte con cibi freschi sono buoni ma:
      1. se devo sostituire gli ingredienti vuol dire che i suoi non sono sani
      2. la maggior parte delle ricette sono banalissime, solo che fatte da lei sul tacco 12 tutti a dire “Ohhhhhhhhhh! Che buoneeeeeeeeeee!”
      e a me questo sa di muffa.

  7. Hai ragione, prendere anche il soffritto pronto è una scusa, anche se a volte siamo così in bilico a fare tetris con il tempo che ci possiamo cascare!Ma il sapore di quello fresco è tutta un’altra musica e se non c’è tempo di fare il soffritto, mangeremo la pasta in bianco!;-)

  8. bellissimo tutto questo darsi da fare nelle nostre più o meno piccole cucine. noi adoriamo passare le domeniche in casa a impastare di tutto , fra un po ci confondiamo e prendiamo la manina di una o il ditino dell’altra figlia…. infatti quando arriva la bella stagione un pò mi viene la nostalgia per quei caldi momenti trascorsi insieme tra il forno e il tavolone….
    per quanto riguarda l’abbigliamento della Parodi è certamente discutibile!!
    Vi posso consigliare di leggere i mei post , su tale argomenti…. senza pretesa di sapere come si veste una mamma impegnata e sempre di fretta…… http://www.lestoriedilaura.wordpress.com
    ciao

  9. mi ricordo che in una puntata delle Invasioni barbariche venne messa in discussione da diversi cuochi ed esperti di alimentazione, ma lei con il suo sorriso era molto sicura e a ragione. e’ un programma che vende….
    il soffritto surgelato lo tengo anche io per le emergenze così come il minestrone pronto o cose per le giornate in cui non mi sono potuta o voluta organizzare…ma per il resto uno ci prova e devo dire che sono meno fashion ma trovo che i consigli che trovo nei vs blog siano molto più utili per maturare come cuoca…

  10. io uso la parodi solo come baby sitter, a sarahy piace (non mi chiedere il perchè..) , ma spara scemenze a raaffica. a fare la becsiemella nel microonde ci vuole un nanosecondo,idem per soffritti e panne varie. !

  11. Quoto tutto quello che hai detto, dalla prima all’ultima parola.
    Però la Parodi ogni tanto la seguo, perchè le ricette sono spesso carine e fatte con gli ingredienti giusti cambiano senso!
    Riguardo all’immagine lasciamo stare…a volte mi chiedo se a casa sua cucina davvero lei…ne dubito fortemente!

  12. mi ricordo una torta fatta con pasta sfoglia, marmellata di fragole e cioccolata bianca: torta pizza, mi pare…Vista così bella, ma poi….a me il gusto non piace…. Va molto di immagine….

  13. Daniela says:

    Elisa (quasi 5 anni) chiama Alessandro Borghese “il mio amico”……….. ma almeno è una mezz’ora (l’unica, e non certo sempre) in cui tutto sommato guarda una tv non violenta, non spaventosa, etc e poi magari agguanta un pomodoro e mi dice “senti che profumo delizioso” !!
    La Parodi l’ho vista una volta sola ma posso almeno dire che almeno non ti scassa le balle insistendo che tutto sia fresco, biologico, di calibro x, etc (cosi come anche Ale) ma anzi suggerendo delle scorciatoie possibili ma non obbligatorie e che non ti facciano sentire un’inetta, o una donna incapace di servire un pasto…
    Ciao, Daniela

    • Io sul cibo biologico, fresco, di qualità e possibilmente a km 0 insisto molto.
      Soprattutto da quando i medici hanno spiegato a mia madre che il suo linfoma è originato dagli inquinanti che ha respirato e mangiato senza saperlo.
      Oltre al fatto che soprattutto il fresco a km 0 costa molto meno.

    • le ricette di alessandro sono molto apprezzate anche dai miei così come quelle di Buddy e devo dire che sono particolari, semplici cmq da preparare, saporite e con ingredienti freschi….è simpatico, comunicativo anche lui, ma con un pizzico in più della parodi perchè ti dà delle chicche e secondo me si vede che gli piace mangiare !!

  14. La Parodi mi piaceva nel primo cotto e mangiato, adesso allungata di un’ora non la sopporta con in più la solfa dei menù e decorazioni a tema, un suo libro ce l’ho e certe cose per avere un’idea al di fuori del solito non sono male, secondo me è il tempo della trasmissione ch eè troppo ..e poi dovrebbe imparare a camminare sui tacchi, mi piace molto di più come cucina ed anche come idee sulla casa Csaba della Zorza…la finezza fatta persona

  15. Non entro in merito sul tuo odio per la Parodi ma te lo devo dire…per sincerità in amicizia: io odio la Borghese!!! ;-) Bacio

  16. Come quando leggi nei libri di ricette (uno a caso): crostata al cioccolato, ingredienti: pasta frolla pronta surgelata…
    Ma no!! Per tanto così me la compro, che è anche più buona!

  17. Poppi poppi poppi po-ti piace vincere facile? ecco le ricette della Parodi le vedo un po’ così…cioè son buoni tutti a fare la torta con la pasta frolla surgelata, le lasagne con la besciamella pronta e via dicendo…però sostituendo i precotti con qualcosa di casalingo , a me ha dato le mie belle soddisfazioni! detto ciò, faccio outing: io ho il soffritto surgelato nel freezer!

    • Concordo. Non sono le ricette (comunque semplici eh!) ma LEI.
      E per il soffritto…ho capito che vi devo dare la ricetta del soffritto che potete anche tenere in dispensa ;-)

  18. ma la Cristina non poteva essere figlia unica?

  19. Ciao! A proposito di cucina e buon esempio vi segnalo un’iniziativa interessante, rivolta ai ragazzi, ma anche a genitori ed insegnanti, come strumento di aggregazione e confronto. Si tratta di Cibolando, progetto di educazione alimentare dove i ragazzi possono imparare a mangiare sano divertendosi.
    Ecco il link al progetto: http://www.cibolando.it/come-partecipare/sbs-scl/
    Buona giornata :)

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: