Metti anche qui…il carnevale.

Lo so che forse molti, come me, non lo dicono ma dentro di sè pensano “E che due maroni il carnevale”, ma se hai un figlio sotto i 18 anni difficilmente la scampi, e quindi anche io sono a parlarvi di carnevale.

Per prima cosa mi vanto due secondi del mio costume da Fata Lina fatto in casa per la nana. Per essere il primo che facevo in vita mia e il primo apio di pantaloni mai cuciti direi che posso essere soddisfatta.

Ma non paga di tutto ciò mi sono anche fatta trascinare da Belvetta nel tunnel della trattazione del carnevale così come l’hanno approcciata a scuola, ovvero attraverso i personaggi della commedia dell’arte.

Tutto è partito con lei e DaddyBear che facevano una ricerca sui vari personaggi sul web.

Però non era abbastanza averli fatti scrivere a papà e aver copiato i nomi anche lei….doveva colorare le immagini.

Così lunedì sera mi ha spedita a stampare i ritratti da colorare. Dieci.

Vengono a cena i nonni e dopo cena…tutti schiavizzati a colorarli.

Ieri li abbiamo trasformati in marionette con un po’ di cartoncino, cannucce adesivo e colla stick.

“Però mamma come fassiamo a fare lo spettacccccolo? Non abbiamo il teatro!”.

Quindi che ti fa la mamma-manny-tuttofare? Prende uno scatolone IKEA e con nastro carta, forbici, ganciatrice, biadesivo da tappezziere e uno strofinaccio crea un teatro di marionette.

Se questa è la prima ricerca alla scuola materna…cosa dovrò aspettarmi alle elementari? O_O

Commenti

  1. ma che bella idea! davvero ! ed è bello che parlare ai bambini della tradizione!
    Complimenti per il costume…mi piace moltissimo il colore e poi mi sembra che come primo lavoro le misure siano azzeccate! Le dona ed è una dolcissima fatina.
    Ida è stata contenta?

  2. Preparati a fare i plastici come da Bruno Vespa, ahahahah! Complimenti 😉

  3. vanessa dice:

    a me il carnevale piace molto! da 4 anni (compreso questo) io sfilo con i carri allegorici e devo ammettere che è una magia! preparare il carro da zero (un lavoro lungo ed impegnativo al freddo per mesi e mesi), ordinare e provare i costumi, fare un balletto e poi.. divertirsi e far divertire voi pubblico!!!!!!!!!!!!!
    bello il costumino della tua bimba

  4. bellissimo il cosrume, poi hai fatto i pantalomi..wow!!!! e per pasqua ti tocchera fare una ricerca sulle origini delle uova di pasqua?! e’ tutto bellissimo, cara , concordo on linda, hai un futuro da bruno vespa!

  5. Santa donna… 🙂
    Io quest’anno non ho dovuto cimentarmi nei costumi, perchè guarito uno dalla varicella, se l’è presa l’altro… quindi abbiamo riutilizzato quelli degli anni scorsi per farli divertire un pò in casa… questa volta è andata così!

    Chiara

Trackbacks

  1. Giochi homemade ha detto:

    […] 06. Un piccolo atto di vanità: il teatro per burattini che ho costruito a carnevale per Ida. Giusto per farvi capire che è davvero facile fare giochi con e per i nostri bambini seguendo le loro indicazioni e le loro preferenze. […]

  2. […] Oppure quando a scuola hanno parlato della commedia dell’arte, a casa  abbiamo costruito marionette e teatrino a […]

  3. […] Ida potrebbe sempre chiedermi un teatro per le marionette istantaneo, ormai non butto più nemmeno il cartoncino che c’è sul retro dei blocchi per […]

  4. […] (restò famosa quella sui personaggi della Commedia dell’Arte per cui costruimmo anche un teatrino). Ma tablet, smartphone e pc portatile ci permettono anche di non farle guardare la televisione […]

  5. […] questo penso che tutti i bimbi dovrebbero avere un teatrino in casa. Io tempo fa ne ho costruito uno per mia figlia che è stato talmente usato da essersi […]

  6. […] 06. Un piccolo atto di vanità: il teatro per burattini che ho costruito a carnevale per Ida. Giusto per farvi capire che è davvero facile fare giochi con e per i nostri bambini seguendo le loro indicazioni e le loro preferenze. […]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: