Un sabato a pranzo…ricordando il mare

Sabato Belvetta si è svegliata e non mi ha detto “Buongiorno” o simili sdolcinatezze ma…”Mamma oggi voglio la coda di rospo!”. Beh…se fosse con tutte le rotelle a posto non sarebbe figlia mia 🙂
E così ho preso la palla al balzo per un bel pranzetto di pesce per tutti e cinque (noi più i nonni).
Primo piatto: spaghetti al sugo di gamberi e pomodorini.
Ho pelato 125 g di code di gambero e le ho spadellate con 2 cucchiai di olio e 125 g di datterini. Ho aggiunto 6 cucchiai di sugo di pomodoro che avevo pronto e ho fatto amalgamare i sapori.
Con questo sugo ho condito gli spaghetti.

Secondo piatto: coda di rospo al cartoccio. Una ricetta copiata dal delizioso ristorantino sulla spiaggia dove cenavamo ogni sera.
In una teglia da forno ho messo un foglio di carta da forno e vi ho adagiato una coda di rospo da 800g con 4 patate medie tagliate a tocchetti piccolissimi (mezzo cm circa) e 125 g di pomodorini tagliati a metà.
Coprite con un altro foglio di carta forno e formate il cartoccio.
Cuocete in forno giá caldo a 200 gradi per 40 minuti.

Ed ecco i risultati

20120121-172949.jpg

Commenti

  1. wow! che pranzetto!!
    rubo il menù in toto e lo ripropongo la prima domenica che ho a pranzo mia suocera che non mangia carne!!
    grazie!

Trackbacks

  1. […] il menù prevedeva la mia coda di rospo al cartoccio, gamberoni alla piastra, insalata di arance e finocchio e per finire il pandoro […]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: