Lezioni di stile – Quinta lezione: tiriamo le somme

Sulla quinta lezione di stile di Caia ho dovuto riflettere un po’.
“Allora adesso focalizzate marche che vi vestono bene, o modelli che sono tagliati giusti su di voi.
Questo può significare spulciare sugli store online, se abbiamo occhio allenato o fare delle divertenti ricognizioni in giro per negozi. Senza comprare, mi raccomando, non è ancora il momento.
Fate un elenco, mettete nero su bianco quello che vi piace indossare e provate a fare abbinamenti.”

Allora, quali “firme” mi vestono bene?
Io ho trovato alcune marche che mi piacciono, non sono esose (una sì ma fa lo stesso eccheccavolo!) e mi hanno dato un sacco di soddisfazioni.

La prima è

La mia droga...la mia rovina
Da quando l’ho scoperta lo scorso anno ne sono dipendente.
In particolare dai suoi pantaloni. E dalle felpe. Ah, anche dai poncho e dagli abitini.
Ok, da tutto.
I jeans mi stanno bene, entro in una L/46 con serenità (ora forse anche in una 44) e sono casual ma non trasandati.
Poi c’è Sisley. Le camicie bianche, i jeans e le gonne svasate, gli abiti anni ’50 (ricordate questo?) mi piacciono molto e trovo mi donino.
Ho preso lì una gonna a pieghe di jeans che mi piace molto e mi fa sentire a posto.
Poi c’è Blanco, una marca scoperta on line che ha cosine molto molto sfiziose e ben tagliate che non mi segnano la pancetta e fanno molta figura.
Ho imparato ad acquistare molto bene anche su La Redoute anche se lì prendo soprattutto maglie, t-shirt, abiti più che pantaloni. So di avere strane misure dalla vita in giù quando si tratta di pantaloni.
Le gonne invece mi vanno benissimo.
Poi c’è anche Stefanel dove riesco ad acquistare pantaloni e maglieria che mi calza molto molto bene
Andando sul costoso sarò partigiana ma trovo che Max Mara faccia cose molto adatte alla mia figura.
Ci vado molto molto di rado (a meno di non prendere i capi smarchiati da Diffusione Tessile come faccio più spesso) ma ne esco sempre felice e soddisfatta come dopo un soggiorno in beauty farm.
Quali capi mi stanno bene?
I jeans e i pantaloni credo tutti: skinny o a palazzo secondo me sono il mio capo passpartout. Sisley e Playlife i migliori su di me.
Per i pantaloni normali invece Stefanel o MaxMara le certezze.
Boccio solo la vita alta che seocndo me mi accoppa le linee.
Gonne dritte a tubo o svasate con pieghe o a ruota o a trapezio. No assolutamente il palloncino e ormai (ahimè) poche minigonne…anzi, meglio archiviarle. Sisley, La Redoute e Max Mara per andare a colpo sicuro.
La parte sopra è più semplice: cerco o tagli sotto il seno o cose che evidenzino la vita senza segnare la pancetta. In questo Blanco e La Redoute sono geniali.
Amando la maglieria morbida potrei scrociare stipendi (non che non lo faccia abitualmente) nei relativi spazi di Diffusione Tessile, Sisley e Stefanel. Ultimamente anche Playlife mi vede molto “presente sul pezzo”.
Cose che decisamente non farò/userò più:
  1. minigonne (forse salvo quella di jeans da portare con stivaloni e parigine e maglioni enormi)
  2. pezzi sopra elasticizzati e iperaderenti sulla pancia
  3. vita alta
  4. gonne a palloncino
  5. scolli a barca che allargano troppo le mie già enormi spalle.
Di cosa ho voglia nel mio guardaroba:

Al momento sostanzialmente di nulla.
Anzi forse di qualche camicetta in più per l’inverno.
Qualcosa di classico, magari con fiocco al collo, in seta o cotone.

Camicette classiche
Ah sì e anche di qualche abito intero in lana cotta o rasata. Grigio o in rosa antico.
Gli abiti invernali 2011-2012
Aggiornamento: ho anche bisogno di un paio di pantaloni grigi e un paio marroni.
Pantaloni inverno 2011-2012

Commenti

  1. Grazie per il link a Blanco, mi piace questo stile!

  2. Ma che bello questo post sei bravissima!

  3. ma perchè tu trovi pantaloni a vita alta?
    io non ne posso più dei jeans a vita bassa e non so cosa fare…

  4. Mammachetesta dice:

    @destinazioneestero per me è stato una scoperta interessantissima!

    @Elisabetta grazie mille.

    @Ali e radici in alcuni negozi si trovano, soprattutto se vai da Diffusione Tessile. A me però stanno davvero male.

  5. Ciao Mammachetesta, ho deciso con molta tristezza di chiudere il blog. Ovviamente continuerò a seguire il tuo e a commentarti, se tu vorrai tenerti in contatto con me, dal momento che penso che chiuderò anche fb potrai farlo scrivendomi a lamammasemprelamamma@gmail.com
    sarò felice di spiegarti la mia scelta e soprattutto di continuare ad avere tue notizie…Grazie di tutto! Fabi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: