La sfiga finirà vero?

Stavo pulendo casa.
DaddyBear aveva appena tranciato il cavo del tagliasiepi e Belvetta stava cercando di fare un fiocco sul cancello con un nastro.
DaddyBear odia le cose sul cancello quindi quando mi ha chiamato per aiutarlo con lei pensavo volesse che la facessi smettere.
Le prendo il nastro, lei urla, io la sgrido e faccio per rientrare con lui che mi ringhia dietro “Ma piantala che urli tutto il giorno!”.
Lei cade. Lui mi guarda malissimo.
Entro in casa e vado di sopra per calmarmi ma lei continua a urlare e torno giù.
Non vuole alzare il braccio.
Secondo lui la colpa è mia perché dovevo lasciarla fare!!!
Andiamo al ps (perché IO ho insistito) e per fortuna nulla di rotto o lussato.
Tornati a casa lei mi si è spalmata addosso. Lui è andato a comprare un po’ di salume per il pranzo. Lei si è addormentata su di me e lui si è preparato da mangiare e una birra. Non mi ha chiesto nemmeno se avevo fame.
Probabilmente mi merito di essere considerata niente, ma fa male lo stesso soprattutto quando viene messo in dubbio l’amore per mia figlia.

Commenti

  1. Che tristezza questo post! No, tu non ti meriti nulla di ciò! Ti seguo da un po' perché il tuo blog è molto bello e interessante.

  2. Ti meriteresti solo un po' più di rispetto come donna, moglie e mamma!

  3. non so… a volte il tuo maritino mi lascia senza parole.
    capisco la rabbia, anche l'orgoglio ma l'indifferenza proprio no.

    cmq io lo so che sei una BRAVA MAMMA!

    baciuzzi

  4. oddio.. sono senza parole! sai io sto passando anche un momento di crisi con il mio compagno..ma.. lui non farebbe mai una cosa del genere!!!!!!!
    sei una brava mamma e non devi dubitare.. riprenditi il rispetto che meriti

  5. Ma scusa, ma quando fa così, poi, a freddo, tu non gli fai notare qaunto il suo modo di fare ti abbia ferita e fosse fuoriluogo? O è lui stesso che in seguito si calma e, magari a modo suo, ti fa capire che gli spiace di aver esagerato?
    Perchè non è un bene se questi episodi vengono insabbiati e basta,purtroppo te lo dico per esperienza…:-(
    Sedimentano strati di malcontento.

  6. Senti "probabilmente mi merito di non essere considerata niente" non si può veramente sentire!!!

    ma che scherzi?????? ma dove siamo???? puoi aver fatto tutti gli errori che vuoi, e francamente non so quali siano, perchè leggendo qui sembra solo di vedere due persone (DUE) che non si sono chiarite su quello che volevano… dicevano… puoi anche aver fatto degli errori ma a nessuno, a te per prima, devi permettere di svalutarti in questo modo…

    … vorrei non leggere più parole di questo genere… reagisci…

    ti abbraccio

  7. Scusa e perchè dovresti meritarti di essere considerata niente? Ma stai scherzando vero?

  8. Io non riesco a capire perchè Teddy Bear alle volte è così poco sensibile…non te lo meriti affatto soprattutto perchè l'amore per tua figlia non è mai da mettere in discussione… ti voglio bene e tieni duro!!!!

  9. senti, a parte tutti i risvolti successivi, del ps e le sue reazioni, ma posso capire una cosa?
    se tu eri dentro casa, perche' cavolo dovevi uscire a gestire una piccola azione educativa se lui era la' davanti?
    non poteva decidere lui cosa fare, se rimproverarla, toglierle il nastro o cosa?
    che significa che tu dovevi andare ad aiutarlo con belvetta.
    io sinceramente comincio a pensare che sia anche tu che ti sobbarchi di tutto e non gli fai capire che le responsabilita' verso la famiglia, la casa, vostra figlia vanno DIVISE.
    non e' giusto che sempre una persona debba fare il cattivo, e non e' giusto che sempre una persona debba pensare a tutto e l'altra stia a riposare.
    ma io mi chiedo: se un giorno tu ti facessi il panino e la birra e lui ti trovasse seduta al tavolo a sbocconcellare senza aver preparato anche per lui, che farebbe? ci hai mai provato?
    e comunque no, non ti meriti di essere considerata niente, in nessun ambito, dal tuo essere mamma, moglie e PERSONA. e nel tuo profondo lo sai, lo devi sapere, quindi vedi di farglielo capire che sti comportamenti son proprio da lattante.
    se non riesci a farlo per te stessa, fallo per tua figlia: dalle l'esempio di come una donna debba farsi rispettare. vorresti mai che lei si trovasse a subire queste situazioni da moglie? e allora non fargliele assorbire.
    ti abbraccio forte, scusami se sono dura, ma ormai mi sembra di conoscerti e sentirti cosi avvilita mi fa davvero rattristare.

  10. Non lasciare che qualcuno ti faccia dubitare di quanto vali e di quanto ami tua figlia. Questa è una prepotenza, molto vile…mettere il muso e non parlare, ignorare l'altro non sono comportamenti accettabili da un educatore e tuo marito è questo e questo deve essere per tua figlia. Tu vali. Comincia a ripetertelo.

  11. Mammachetesta dice:

    @Tutte: grazie. E' stata davvero una giornata del cavolo per non dire di peggio ma è andata meglio la serata. Siamo usciti a cena e ne abbiamo un po' parlato (un po' perchè ovviamente con la piccola lì più di tanto non si poteva fare) e gli ho spiegato che preferisco discutere le cose mano a mano che si presentano piuttosto che lui continui come fa sempre a stare zitto quando non è d'accordo con me "per quieto vivere" e poi scoppiare con cattiverie del genere.
    Gli ho detto che so di non essere perfetta e di fare mille errori, ma non sono nemmeno uno schifo di madre/moglie/donna e lui mi ha fatto molto male.
    Si è scusato e ha detto che sa di sbagliare anche lui e che era molto spaventato.

    @Caia hai ragione, ma il bisogno di accontentare sempre tutti è una brutta bestia con cui mi hanno cresciuta e disfarsene è dura…soprattutto quando non hai aiuto da nessuna parte per vincere questa cosa.
    Io glielo dico sempre che dobbiamo essere intercambiabili perchè io non sono eterna e lui deve avere con Belvetta il mio stesso rapporto, la stessa confidenza e la stessa autorevolezza altrimenti se manco io (corna bicorna) lui che fa?
    Infatti oggi, nonostante quello che è successo ieri e lei ancora lagnosa, io vado al matrimonio e lui non ha detto "bah"…che non è il suo solito modo di fare! A piccoli passi…

  12. Mammachetesta dice:

    @Mamma F hai ragione ma quell'argomento non riesce a capirlo. Ci ha messo tre anni per capire che doveva cambiarle i pannolini. Ci sta provando di più e gli va riconosciuto, ma se lei vuole me lui getta la spugna. E oggi l'ha lasciata a dormire dai suoi dopo pranzo "così mi riposo". Che faccio? Ci litigo di nuovo perchè invece se ci sono io viene con me e dorme con me? Non ne ho la voglia nè la forza.

  13. Bene, sono molto contenta! Quella che avete seguito è la strategia vincente, non accumulare tensioni e/o rancori, ma risolverli man mano. Buona domenica allora 🙂

  14. Quoto Caia e quoto te.
    Il bisogno di accontentare tutti non fa accontentare tutti, al massimo scontenta tutti perchè si cerca di far troppo e viene male.

    Non credo che dobbiate essere intercambiabili perchè tu non sarai eterna IN FUTURO, dovreste esserlo perchè tu sei la metà della coppia ORA.
    Credo che sia a te stessa che devi spiegarlo però, sennò le tue azioni verso tuo marito non saranno mai quelle comprensibili.

    Un abbraccio.

  15. sono contenta di leggere che tutto si è sistemato però mi immagino il magone del momento.
    capitano questi momenti e l'importante e tirarli fuori!

  16. Ciao tesora, son tornata.
    Anche io quoto Caia.
    Forse devi proprio prendere il toro per le corna e dare una svolta di quelle decise.
    Mi hai dato certi ottimi consigli "di la" amica mia… seguili anche tu 🙂
    Non lasciarti sopraffarre.
    Ho imparato che non si parla mai abbastanza.
    E che bisogna lasciare andare la rabbia, perchè non aiuta (non "ci litico di nuovo perchè…", ma "ci parlo di nuovo perchè…")
    E che anche quando è dura bisogna cercare, nei limiti, di mettersi dal punto di vista dell'altro e capire, cercare veramente di capire cosa stracazzo c'hanno questi uomini che si comportano in modo a volte così assurdo.
    E soprattutto, mia carissima amica, non bisogna cedere mai. E questo, tu per prima me lo hai insegnato.
    ti abbraccio, se hai bisogno sai dove trovarmi
    :**
    A.

  17. ciao tesoro
    sono contenta la bufera sia passata e sono certa che le relazioni si costruiscano giorno per giorno e con tanta fatica, quindi non e' detto che tutto si risolva in un baleno. hai fatto benissimo a non lasciar correre e parlare, fargli capire che ti ha ferito, perche' secondo me davvero a volte non se ne rendono manco conto.
    comunque io sono della stessa tua pasta, nel senso che tendo a sobbarcarmi delle cose e quindi in genere per gli altri e' facile dar per scontato che tanto ci sono io che penso a spesa, pannolini, cambiamenti, gestioni, valigie e tutto quello che ti viene in mente.
    ma.
    quando e' nato momo io sono stata completamente in balia della maternita' e momo e' stato un bimbo molto simbiotico e di contatto, io di conseguenza sono stata una tale mamma.
    che e' successo?
    che ovviamente era un circolo vizioso: io e momo involontariamente non lasciavamo spazio al maritozen per provare, sbagliare, sentirsi responsabile e quindi anche quando era stanca e stravolta non riuscivo a uscire da questa dipendenza di momo, ma soprattutto dal mio ruolo accentratore.
    poi son rimasta incinta. son dovuta stare a letto e dopo un paio di notti in cui momo piangeva perche' vedendo il padre sotto la porta della sua cameretta urlava che voleva la mamma, ha capito che c'era anche qualcun altro che poteva consolarlo. e questo esteso a tutto il resto. adesso sono inseparabili e io ho capito veramente tante cose.
    ora, non e' che ti auguro di stare allettata, ma a volte avere una costrizione esterna e' la strada piu' semplice per caratteri come i nostri che fanno fatica a cedere alcuni ruoli.
    comunque sono certa che ce la puoi fare, basta essere determinati.
    e poi non aver paura di litigare, discutere, chiarire, mostrare degli esempi. tipo la storia del riposino. fargli capire quanto LUI stia perdendo di questi anni della belvetta facendo queste scelte "comode", ma probabilmente dettate dall'insicurezza. magari non ne e' neanche pienamente consapevole.
    un abbraccio forte :*

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: