Fate una cosa alla volta

(scusate il ritardo)

La tentazione è forte: un sacco di cose da fare, poco tempo e ci ritroviamo a mandare una mail di lavoro da cellulare mentre carichiamo la lavatrice e cantiamo “Il coccodrillo come fa”. E sbagliamo le parole, il bucato diventa rosa e scriviamo chissà che nella mail.
Non sembra di avere una via d’uscita.
Però bisogna imparare a fare uno sforzo mentale e dire stop.
In fondo la programmazione, l’analisi del tempo, il gestire la routine fissa serve a questo: a non fare mille cose insieme.
Non riusciremo magari subito a farne una alla volta, ma magari arriveremo a due e già è un risultato.
In fondo ‘sto coccodrillo in certi casi va cantato per spirito di sopravvivenza no?
Però dobbiamo imparare a dire “Non posso, sto facendo altro”.
Almento sul lavoro.
Almeno quando il maritino ci chiede di stirargli la camicia (che magari, come succedeva a me prima di imparare a dire “NO”, ha solo il difetto di essere piegata nel cassetto e quindi avere le pieghe da…piegatura!) mentre stiamo preparando la cena o mandando la fantomatica mail.
E’ dura, lo so io per prima.
Non sembra di potercela fare.
Ma piano piano ci si riesce.
Io sono molto fiera perchè ieri ho SCELTO fra due impegni: uno in parrocchia e uno al lavoro. Ho scelto il lavoro.
Poi potrò andare anche in parrocchia, ma almeno non dovrò cucinare per 45 undicenni affamati.
E son soddisfazioni!

Commenti

  1. hai centrato il mio difetto principale…e infatti da quando uno degli impegni se ne è andato (studiare, ovvero quello principale) m i sono concessa tre giorni di dormire " a richiesta"(sarah dai nonni a duecento km, papàdifretta a trento..e la vita l'è bella, l'è bella..) kiss

  2. hai proprio ragione.. anche a me succede.
    poi gl uomini sono talmente ignoranti da pretendere subito che gli facciamo ciò che ci richiedono pur vedendo che siamo impegnate!
    fa bene scegliere.. è giusto e dovremmo farlo più spesso

  3. Tu non ci crederai, ma comincia a mancarmi da morire quella frenesia in cui devi incastrare il lavoro con tutto il resto! Dovrei proprio tornare a lavorare! 🙂

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: