Esaminate il vostro tempo

“Non ho mai tempo!”
“Mi fanno perdere tempo!”
“Voglio giornate di 48 ore!”

Quanti di noi hanno detto una o più volte queste frasi?
Io di sicuro!
Poi ho capito che non potevo lamentarmi se non sapevo nemmeno come usavo il mio tempo e le cause per cui lo “perdevo” (dove poi? per strada?!?).

Così ho iniziato a fare un lavoro MOLTO noioso ma altrettanto utile: ho tenuto traccia di come usavo il mio tempo a intervalli di 30 minuti.
E così ho scoperto che “cincischiavo parecchio”: al PC più del dovuto perdendomi in mille giochini on line, leggendo in momenti in cui avrei dovuto fare qualcosa di più importante o urgente invece che dedicarmici nei tempo morti, utilizzando strumenti obsoleti o non funzionali allo scopo che mi prefiggevo (se uso un anticalcare poco efficace per pulire il bagno ci metto più tempo rispetto all’usare l’acido citrico ad esempio).
Quindi animo!

Armatevi di carta e penna e segnate su questo foglio (o uno con lo schema che preferite) le vostre attività giornaliere.
Fatelo per una settimana lavorativa se i lavori domestici riuscite a diluirli lungo i primi cinque giorni della settimana, se no estendete al sabato.
Se fate qualcosa di “produttivo” la domenica senza una pistola puntata alla tempia…abbiamo un problema!
Segnalatemelo e vedremo di studiare qualcosa ad hoc.

Giorno per giorno segnate in rosso quelle cose per cui vi sembra di aver “perso tempo” o perché non vi hanno permesso di fare cose più importanti/urgenti o perché sono state vere e proprie interruzioni di attività “produttive” o perché vi sembra di essere state poco “efficienti”.

Ricordate però che un po’ di tempo per voi, per leggere, per cazzeggiare on line, per il trucco, per scegliere con calma i vestiti, per affogare l’ansia lavorativa in un barattolo di nutella o in una seduta di shopping compulsivo sono fondamentali per non sbiellare. Quindi tenetevi un’ora al giorno per voi. O almeno evitate di segnare ogni attività fatta per voi stesse come “migliorabile”.

Commenti

  1. agrimonia dice:

    ecco il post giusto ^__* in effetti son qui a cazzeggiare con in mano i guanti per le pulizie e la baccinella che mi aspetta per pulire i vetri…ok è meglio che vado a far equelo che mi sono prefissa…ribaltare la casa

  2. … infatti io cazzeggio sul tuo blog al posto che lavorare!!

    🙂

    PS: leggere Momo di M. Ende :D:D

  3. Ok, sei un pozzo di idee chiare. Ma il tempo che passi con i bambini tentando di fare qualcosa e interrompendo ogni 30 secondi (cioè dalle 4 all’ora di cena) come lo qualifichi?? Come lo organizzi??

  4. valentina dice:

    io non riesco ad aprire i link 🙁

    • Sara Salvarani dice:

      Se non li vedi devi avere pazienza e passare il mouse sulle parole “questo foglio” che ti appariranno sottolineate. Purtroppo non ho ancora trovato un bel colore evidente per i link 🙁
      Se invece non te li fa aprire il problema può essere dovuto al fatto che non hai un account google. È successo anche ad altri, Aprine uno (è gratuito e molto utile) e potrai accedere a tutti i file.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: