Ok, alla prossima fermata scendo

So che scrivo poco e solo per le rubriche.
Ultimamente anche lì sono scesa al minimo sindacale.
Ma la mia vita al momento è un caos totale, un grosso bucone nero pieno di pece da cui non riesco ad uscire.
Quindi alla prossima che non va io scendo.
Al prossimo capriccio, alla prossima discussione, al prossimo che si impiccia, al primo che mi dice “ma come non ce la fai?!!? ma se hai il part-time!!!”, al primo pane che non si cuoce, bucato che non si smacchia, telefonata che non riesco a fare.
Al prossimo corriere che non consegna o amichetto che spintona la nana.
Io suono il campanello e scendo.
Perchè semplicemente non ci riesco.
Le uniche cose che mi mantengono lucida sono il lavoro e il mio progetto on line.
Perchè sembra che non ci stia lavorando e invece sì.
Perchè in attesa di poter fare in grande partirò in piccolo.
Ma almeno questo mi mantiene lucida.
Scusate se ho tolto i commenti a questo post ma non ho la forza nemmeno per dire “grazie” a chi si preoccupa per me o vuole aiutarmi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: