L’8 marzo, felicità, donne, uomini e differenza

Come sapete non mi piace chiamare questa giornata “Festa della donna”.
Però mi piace ricordare quello che c’è di bello nel mio essere donna, quello che c’è di brutto e più di ogni altra cosa cosa mi rende felice della mia vita.
Quindi colgo con piacere l’invito di Mammadesign a fare tre elenchi: le cose che mi rendono felice, le cose che amo dell’essere donna e quelle che odio sempre dell’essere donna.

Cosa mi rende felice:
1.  il sorriso di Belvetta quando sta per farmi un “attaccone” di solletico
2. il profumo di DaddyBear sui maglioni e annusarlo prima di metterli in lavatrice
3. fare fotografie nel sole
4. camminare in golena
5. la nutella
6. ridere con le amiche
7. tenere un bimbo piccolo in braccio
8. correre con Belvetta al parco
9. zappettare la terra
10. cuocere il pane.

Cosa amo dell’essere donna:
1. dare la vita
2. riuscire a fare più cose contemporaneamente
3. poter abbracciare stretta un’amica senza preoccuparmi di “quel che penserà la gente”
4. poter mettere gonna o pantaloni senza preoccuparmi ecc…
5. poter piangere quando mi pare senza sentirmi in colpa
6. le chiacchiere dalla parrucchiera
7. saper stringere amicizie fortissime anche attraverso un pc
8. non aver paura di osare coi sentimenti
9. sapermi reinventare in dieci minuti
10. lo shopping compulsivo come terapia psichiatrica  🙂

Cosa odio dell’essere donna:
1. essere sempre “la signora” e mai “la dottoressa” mentre i colleghi sono “il dottore/l’ingegnere”
2. avere il ciclo
3. dover fare acrobazie per non sedermi nei bagni pubblici quando faccio pipì
4. dover sempre dimostrare di “essere all’altezza” (come mamma, figlia, moglie, professionista) il doppio di quanto fatica un uomo
5. rischiare sempre, quando sorrido a un uomo, di essere considerata “una facile”
6. dovermi barcamenare con mille acrobazie fra casa e lavoro dicendo “grazie” per quello che in altri Paesi è un diritto acquisito
7. essere sempre giudicata PRIMA per il mio aspetto/peso/abbigliamento che per come sono
8. essere oggetto di mille luoghi comuni tipo “chi dice donna dice danno”, “donne e motori, gioie e dolori”, ecc…
9. dover passare ore a spiegare agli uomini il perchè dei punti 1, 4, 5, 6 ,7 e 8.
10. …non lo so…non ne ho più.

Ho fatto più fatica a trovare 10 punti per cui non mi piace essere donna che i 10 motivi per cui mi piace.
Anzi, per le prime due liste ne avrei molte di più.

A tutte voi mie care amiche blogger auguro una giornata felice, una vita piena, un amore forte in ogni aspetto del vostro essere.
Che la giornata di oggi sia solo l’esempio di un cambiamento nuovo, di una nuova speranza per tutte le donne, ovunque siano.

Commenti

  1. Grazie. Ricambio l'augurio!

  2. auguri!

  3. che bel post.
    la maggior parte delle cose dei tuoi elenchi, sarebbe anche nei miei 🙂

    ti abbraccio e ancora tanti auguri.
    A.

  4. augurissimi anche a te e un abbraccio da una blogamica virtuale che ti stima e ti apprezza per quello che sei e alla quale non devi dimpstrare di valere…perchè lo so che vali!!!!

  5. Bellissimo augurio.
    Auguri anche a te!

  6. Buona giornata dottoressa! 🙂

  7. che bell'augurio, ricambio di cuore DOTTORESSA 🙂

  8. Ecco, appunto: erano proprio quei punti 1, 4, 5, 6 ,7 e 8 che intendevo portare a galla!!!!!
    Grazie per aver colto l'invito, e AUGURONI PER TUTTO anceh a te!
    Magari un giorno non dovremo piu' nemmeno parlarne, chissa'….!
    P.S. Anche io avrei altre 10 ragioni pre cui sono felice di essere donna da elencare…..!

  9. dottoressa..AUGURI !

Trackbacks

  1. […] sul lavoro perchè femmine. Insomma…con lui sono ancora molto lontana dal far capire il punto 9 dell’elenco “cosa odio”. E oggi ovviamente non solo non mi ha detto mezza parola […]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: