Il nostro Halloween e le piccole cose

Noi Halloween non lo festeggiamo perchè DaddyBear (ettepareva!) non approva.
Essendo occasione di festa lui disdegna.
D’altronde uno che pensa che non sia “normale” fare regali agli adulti è difficile che apprezzi questa festa.
Però quest’anno per una coincidenza ci siamo divertiti un sacco.
Premessa: in parrocchia stiamo organizzando uno spettacolo stile “Piccolo coro dell’Antoniano” con i bimbi.
Noi andiamo perchè Belvetta ama la musica anche se è troppo piccola per il coro e pure perchè a me fa piacere dare una mano.
Così domenica pomeriggio prove del coro all’oratorio. Come sempre era strapieno di ragazzini a cui si sono aggiunti i bimbi per le prove e un compleanno. Un marasma di gente.
Io temevo che Belvetta non volesse restare e invece era felice come una pasqua.
Ha cantato a squarciaagola e si è divertita un sacco e poi…il laboratorio.
Una delle canzoni sarà “L’astronave di capitan Rottame”

e quindi dovevamo ricoprire l’astronave (già fatta come struttura da uno dei nostri amici) con la carta argentata. E pure costruire i caschi dei robot usando cartoncini da cereali, carta alluminio e bottiglie di plastica tagliate.
Alla fine c’era colla ovunque: mobili, pavimenti ed esseri umani!
Belvetta era contentissima, DaddyBear a maniche fatte su (di cachemire ma fatte su!!!) che spalmava colla come un ossesso al grido di “Qua ci vuole carta argentataaaaaaaaaaaa!” e io finalmente mi sono sentita parte di qualcosa qui all’Ameno Paesello.
Poi pizzata e giochi stregoneschi per i bimbi.
Non fosse stato per la gola in fiamme (ieri giro in guardia medica…e ho vinto un altro pacchetto di antibiotici) sarebbe stato davvero perfetto.
Comunque ecco il mio robottino belvettoso

Commenti

  1. ciao sono contenta che vi siate divertiti ,io ho aggirato il problema andando in un museo tra l'altro per l'occasione ,strano ma vero l'ingresso era scontato e Matteo si è divertito un mondo sopra il sottomarino è tornando a casa e mi ha fatto un sacco di disegni di quest'esperienza.Penso che il prossimo anno la ripeteremo magari cambiando il museo anche se devo dire che quello del mare gli piace proprio tanto ,abbiamo ancora un anno per pensarci !!ciao un saluto e buona giornata Chiara

  2. ma che bella Belvetta… e l'importante, poi, è divertirsi… che cambia se si chiama halloween o no?
    🙂

  3. Hai realizzato un robottino fantastico ;-)!! E quanto ridere a pensare Daddybear che si sbraccia armato di pennelli collosi :-)))!!
    P.S. Che ne dici di farti fare un tampone prima di lanciarti su un nuovo ciclo di antibiotici? Magari è qualcosa di virale, se i primi non ti hanno fatto effetto… Ti abbraccio

  4. vedi come ci si può divertire anche senza il bisogno di occasioni programmate o feste scontate, a volte poi basta davvero poco!!!

  5. sento l'odore della colla e dei bambini che giocano…che bel mix!

  6. Che belle queste feste così spontanee dove per miracolo ci si sente sempre a posto con tutti!!! Un abbraccio

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: