Tempo nostro…piccole cose

Ieri dopo essermi sfogata qui (e dopo aver stirato immaginando di passare il ferro su alcune facce invece che sui panni) sono andata a prendere Belvetta e come l’ho visto giocare felice in giardino con gli amici ho deciso: basta, ora siamo noi, solo noi due e che il resto del mondo vada a farsi fottere (le mamme parlano quasi sempre da educande ma pensano come scaricatori di porto…si sa).
Così me la sono coccolata per bene, le ho chiesto della sua giornata, le ho detto “Brava” perché aveva mangiato la pasta con pomodoro e ricotta (un evento perché c’erano le conchiglie e non i suoi amati spaghetti e la ricotta di solito la schifa) e ci siamo godute un pomeriggio e una sera concentrate solo su una cosa: noi due che ci amiamo.
Siamo andare a fare la spesa e al super ha mangiato il prosciutto cotto sul carrello come piace a lei.
Siamo tornate a casa con della plastilina nuova e un album da colorare e dopo aver messo via la spesa ci siamo sedute per terra a pasticciare e colorare fino a che è tornato DaddyBear e sono andati alla solita visita serale alla cantina sociale.
Intanto io ho preparato la cena che lei aveva scelto.
Abbiamo cenato tranquilli e lei ha mangiato come un lupacchiotto tutto il pesce, le carote, i pomodori e il pane pocciato nell’olio.
Poi di nuovo a giocare con il pongo: pesci, omini da mettere a nanna sui vassoi delle paste, stelle e cuoricini hanno invaso la sala insieme ai disegni delle sue mani e dei suoi piedi.
Siamo poi andati di sopra, si è lavata da sola, le ho messo il pigiama, ha giocato in bagno mentre facevo altrettanto e abbiamo letto un paio di libri.
Poi abbiamo spento la luce perché si voleva addormentare nel lettone. Tempo 10 minuti ed è voluta andare in camera sua.
Ci siamo sdraiate nel suo letto e ci siamo addormentate.
Sono andata nel mio all’una e mezza per non farmi venire mal di schiena ma sarei stata lì a respirare il suo profumo per sempre.
Non avrò costruito gran che di buono nella mia vita ma ho fatto una cosa grande: mia figlia.
E non permetterò più a niente e nessuno di farmi diventare così nervosa, stanca e piena di rabbia da impedirmi di godermela.

Commenti

  1. complimenti per la capacità di recupero..non dimenticarti però che ignorare i problemi con DaddyBear li fa sparire! Baci

  2. brava!!

  3. e brava Roccia!!!!!
    piccole grandi cose, queste!

  4. Questa è la mamma che si merita Belvetta e poi con calma ci sarà tempo e modo di rimettere insieme i pezzi che si sono rotti in questi anni!

  5. @Ruben una madre è PRIMA DI TUTTO una donna. Anche le madri si meritano delle cose. La madre che accantona sè stessa e i suoi dolori solo per amore dei figli non è una buona madre. Io ho deciso di riprendermi il tempo con mia figlia per essere felice IO, non solo PER LEI. Non faccio finta di essere felice PER AMORE SUO, semplicemente non mi faccio più rovinare da mio marito o da altri la felicità di stare con lei.
    C'è una bella differenza!

  6. lo dicevo che sei una ROCCIA!

    cmq ti ho scritto un commento nell'altro post e se vuoi puoi scrivermi una mail.

    un bacione

  7. Brava bella tattica. sai che ho deciso di addottarla anch'io: è un periodo che tutti mi rompono di bestia, perciò ho deciso di concentrarmi sulle cose che contano veramente, i miei affetti, la mia famiglia e che gli altri vadano a farsi fottere! (come dici tu le mamme parlano come educande!)
    baci

  8. Anonymous dice:

    Ti leggo da un pò in silenzio.
    Noi due ci conosciamo virtualmente (Nemici!)….mi dispiace sapere che stai passando un periodo schifoso.
    Un consiglio:non lasciare in disparte i problemi con tuo marito. Affrontali se vuoi salvare il matrimonio.
    Baci.
    EmmeA

  9. agrimonia dice:

    brava Rj una mamma ha il diritto di sentirsi prima di tutto donna oltre agli ovuli c'è molto di più…

  10. Come dico sempre per venire fuori dai momenti bui bisogna concentrarsi sulle cose che si hanno invece di continuare a pensare a ciò che manca, ci sarà tempo per cercare anche quelle, quando sarai più forte e serena, anzi magari arriveranno da sole.

  11. @Extra in ogni madre si nasconde una duchessa!
    @EmmeA tesora che piacere sentirti anche qui! Grazie per la solidarietà. Troverò la forza spero.
    @Sara hai ragione DA VENDERE!

  12. buon NUOVO inizio

  13. Così si fa! Questi momenti di coccole sono unici e irripetibili, non te li perdere mai. Fanno bene a Belvetta e anche a te.

  14. Così si fa! Questi momenti di coccole sono unici e irripetibili, non te li perdere mai. Fanno bene a Belvetta e anche a te.

  15. brava! così si fa! con il coraggio e la tenacia che solo le mamme conoscono!

  16. brava e così che si fa!

  17. io lo dico sempre che le mamme sono bioniche…
    forza così!

  18. Anonymous dice:

    hai scritto un post fantastico!
    mi sa che me lo stampo per rileggerlo ogni volta che anch'io (ed è spesso)perdo l'occasione per godermi mio figlio a causa di tutto lo stress e il daffare quotidiano!
    per il resto…. tanta solidarietà (anche se io non sarei riuscita a non prendere a urla e pugni tuo marito per la storia delle ditina incastrate…. e anche per la mancanza di altro!)
    mammina74

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: