I venerdì del libro

Oggi parliamo di un classico. Il mio preferito. Cime Tempestose.

LA TRAMA (fonte: Wikipedia): Il romanzo di Emily Brontë narra la storia di Catherine e Heathcliff, del loro amore l’uno per l’altra, e di come questa passione alla fine li distrugga entrambi. Le diverse condizioni sociali ostacolano la loro unione. La narrazione del libro non è né lineare né sempre chiara.

Il narratore è un gentiluomo di città, Mr Lockwood, che sta affittando Thrushcross Grange; una casa di Heathcliff. Questa è vicino a “Wuthering Heights”, Cime tempestose. Un giorno va in visita a Cime Tempestose e qui rimane colpito dagli strani personaggi della casa e costretto a passare la notte lì poiché fuori imperversa la bufera. Durante la notte di tormento passata nella casa, a Mr. Lockwood succedono strani episodi come la visione del “fantasma” di una donna che, durante la notte, bussa alla sua finestra. Poco dopo, Lockwood si ammala e durante la noiosa convalescenza si fa raccontare da Ellen (Nelly) Dean, la governante di Thrushcross Grange, la storia degli abitanti di Cime Tempestose che lo hanno incuriosito.

La storia di Ellen Dean offre al lettore la possibilità di comprendere a fondo come la relazione fra Heathcliff e Catherine doveva avere grandi ripercussioni per le loro famiglie ed i loro bambini. La passione di Heathcliff per Catherine è così fosca e sinistra da farlo giungere alla distruzione della felicità degli Earnshaw e dei Linton. Mr. Earnshaw, il proprietario originale di Cime Tempestose, porta un orfano dalla pelle scura, Heathcliff, da una sua visita a Liverpool. All’inizio i bambini di Earnshaw, Hindley e Catherine, detestano il ragazzo, ma col tempo Heathcliff conquista il cuore della seconda, suscitando il rancore del primo.

Alla morte di Earnshaw, tre anni dopo, Hindley si sposa con Frances e assume il comando su Cime Tempestose, obbligando Heathcliff a lavorare nei campi. Nonostante questo, Heathcliff e Catherine rimangono molto legati. A causa di un incidente (il morso di un cane durante una fuga da casa culminata nell’intrusione nel parco di Thrushcross Grange), Catherine è forzata a stare a Grange per cinque settimane (fino a Natale), nelle quali si lega a Edgar Linton, primogenito della ricca famiglia Linton. Al suo ritorno a Wuthering Heights, la ragazza trova un Heathcliff intristito dalla perdita di colei che è sempre stata una compagna di gioco, ora trasformata in una perfetta signorina.

Un anno dopo, Frances muore pochi mesi dopo aver dato alla luce Hareton, figlio di Hindley. La perdita lascia avvilito Hindley, che si dà all’alcolismo. Circa due anni dopo, Catherine si fidanza con Edgar, pur confessando a Nelly (la governante) che ama disperatamente Heathcliff. Egli sente solo una parte della confessione di Cathy, nella quale ella pare disprezzarlo (ma non è affatto così) e quindi decide di partire per cercare fortuna.

Dopo tre anni di fidanzamento i due si sposano, mentre Heathcliff ritorna dopo aver accumulato un’enorme ricchezza. Paga i debiti di gioco di Hindley, rilevando Cime Tempestose; sposa senz’amare Isabella Linton, la sorella di Edgar. La sua crudeltà verso Isabella e Hareton, il figlio di Hindley Earnshaw, non conosce limiti.

Catherine si ammala di dolore e muore durante il parto di una bambina, chiamata con il suo stesso nome, ma soprannominata Cathy per distinguerla dalla madre. Prima di morire però Catherine e Heathcliff riescono finalmente a dichiararsi il loro amore infinito ed eterno. Isabella fugge subito dopo il funerale di Catherine, dando alla luce un bambino, Linton. Nello stesso periodo Hindley muore, e Heathcliff assume il controllo definitivo di Cime Tempestose. Alla morte di Isabella prende con sé Linton, suo figlio.

Quindici o sedici anni dopo Cathy visita casualmente Cime tempestose dove incontra Linton ed Hareton. Prova subito simpatia per il primo, nonostante sia malaticcio e viziato mentre disprezza il secondo, abbrutito e ignorante. Heathcliff fa di tutto per favorire l’unione tra Linton e Cathy poiché alla morte di Edgar Linton, che sembra ormai prossima, Trushcross Grange passerebbe a Linton. Poco dopo il matrimonio tra i due, muore Edgar Linton, seguito a poca distanza da Linton figlio di Heathcliff, il quale mostra di non provare alcun dolore per la perdita del figlio, che anzi ha sempre disprezzato. Heathcliff diventa il padrone assoluto non solo di Cime Tempestose ma anche di Thrushcross Grange.

Qui termina il racconto di Nelly Dean. Mr Loockwood parte allora per Londra. Sette mesi dopo ritorna ma non trova Nelly a Thrushcross Grange bensì a Cime Tempestose. Si fa raccontare quindi l’ultima parte della storia.

Hareton, innamorato di Cathy cerca di togliersi dalla sua condizione e di imparare a leggere: Cathy, tuttavia, si fa beffe di lui. Ma, lentamente, la loro avversione si indebolisce e presto tra i due nasce un sincero affetto. Heathcliff, che potrebbe benissimo stroncare la loro relazione, confessa a Nelly, che nel frattempo è arrivata a Cime Tempestose, di non aver più voglia e interesse a farlo. Egli appare infatti sempre più estraniato dal mondo circostante. A un certo punto sembra iniziare a vedere il fantasma di Catherine che si aggira per la casa e spera in una riconciliazione spirituale fra loro. Poco dopo viene trovato morto nel suo letto. Viene sepolto con la sua amata Catherine.

Cathy e Hareton decidono di sposarsi, mentre la narrazione si conclude con Lockwood che visita la tomba e nega che gli spiriti di Heathcliff e Catherine, finalmente liberi di amarsi, vaghino per la brughiera tenendosi per mano, come sostiene invece la superstizione locale.

COSA NE PENSO: un libro perfetto che contiene tutti gli ingredienti della vita. Amore, odio, passione, famiglia, amicizia, arrivismo, apparenze.
Da quando l’ho letto a 14 anni sogno la brughiera, cammianre nel vento gelido del Nord mentre l’erba è spazzata dal vento. Con un appassionato amore che mi aspetta a casa.

Commenti

  1. agrimonia dice:

    bellissimo!!!!! ho un vago ricordo di un film tv in bianco e nero, quelli di quando la rai era una tv seria

  2. Gran bel libro. Ho da poco visto una rappresentazione teatrale, e mi ha fatto commuovere…

  3. gran libro, davvero.. anche se l'amante delle Bronte è l'altra Mamma 😉

  4. PS: non ti ho ancora fatto i complimenti per il posticino tutto tuo, rimesso a nuovo!!!!

  5. Beh…un super classico che ancora oggi viene letto da tante tante e tante persone….vuol dire che l'autrice ha fatto centro, come si suol dire!
    Confesso che io non l'ho mai letto, ho visto solo un vecchio film….ma sono sempre in tempo a colmare la lacuna, no?

  6. Bellissimo libro, garzie per avermi fatto rivivere le sue emozioni.:-)
    Ricordo anch'io un vecchio film in bianco e nero… quanto mi sento vecchia :-S
    Bacioni e buon weekend

  7. Ragazze del film è stato fatto un remake recente ma nulla potrà mai eguagliare quello sceneggiato in bianco e nero.
    Come dice Agrimonia…quando la Rai era una TV seria!

    @Maris colma la lacuna: è IMPERDONABILE! 😉

  8. Io l'ho letto quest'anno, ma era un po' che stava in casa ad aspettare…mi stava antipatico perchè messo a confronto con il mio libro preferito si diceva fosse migliore…
    L'ho letto velocemente e curiosamente, ma, confesso, continuo a preferire l'altra Bronte…
    Cime tempestose è acre, grigio e nero, con personaggi incapaci di mutare… pieno di sentimenti ma fermi dove sono nati.
    La stessa brughiera, si ritrova nel romanzo antagonista, uscito un paio di mesi prima, scritto dalla sorella Charlotte "Jane Eyre".
    Ma è un'atmosfera a parer mio più realistica, con personaggi che maturano e cambiano.
    Tuttavia, leggere questi due libri senza aver approfondito la vita dei fratelli Bronte (mi pare fossero quattro), delle loro vicende familiari, ci priva della possibilità di commentarli sul serio.
    Comunque, non è che il primo non mi sia piaciuto… ho una preferenza per l'altro…
    Consiglio vivamente di leggere la prefazione ad entrambi, è interessante ed illuminante perchè
    la scrittura delle due sorelle è fortemente autobiografica.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: