Domande con l’oro in bocca

Beh se è vero che il mattino ha l’oro in bocca io oggi dovrei farne a palate.
E’ un’ora che son sveglia e mi faccio e rifaccio domande.
Antefatto: ieri pomeriggio siamo andati alla prima  vera festa di compleanno di Belvetta su invito.
Quattro amichetti di sei anni, figli di amici della parrocchia e che lei adora, hanno fatto il compleanno e sfruttando al fiera della sagra con tanto di gonfiabili hanno organizzato una festa bellissima all’aperto. E come sempre il risultato è che lei si è accorta di essere la sola senza fratellini/sorelline.
E come sempre è venuta da me e mi ha detto chiaro e tondo “Voglio un fratellino”.
Non va mai da suo padre. Viene da me.
E per l’ennesima volta mi sono chiesta “Ma perché IO devo spiegarle che lei non avrà mai un fratellino quando è LUI che non lo vuole?”.
Di solito la spedisco da lui a fare la fatidica domanda con il risultato che lui si incavola con me e mi mette il muso. E sottolineo il fatto che non ha le palle per dire a lei quello che dice a me ovvero un chiaro “NO!”. A lei dice “Vedremo”.
Così alla fine quella che non le dà un fratellino sono io. Per lei e per tutti gli altri ovviamente.
E io mi rompo davvero.
Ok, nel peggior momento di crisi di questa estate pure io ho detto “NO!”, ma poi un po’ (un po’) le cose son migliorate e poi penso a lei, a quello che desidera, a quello che sarà il suo futuro e mi dico “Ne vale la pena”.
Lui no. Non gliene frega niente in realtà di fare il bene di sua figlia, di farla sentire meno sola, di darle un appoggio per la vita, di non lasciarla sola un giorno con due vecchi sulle spalle.
E io non me lo spiego.
Come fai a non volere un altro figlio se non per te stesso (che già è inspiegabile per me) almeno per lei?!!?
Quando ti guarda con quegli occhioni pieni di desiderio come puoi non dire “Certo!”?!!?
Scusate ma sono arrabbiata davvero tanto.

Commenti

  1. dopo il mio primo figlio non volevo averne più, anche perchè era stata un'esperienza un po' drammatica, mio figlio è nato con il labbro leporino, quindi interventi ecc.., ma ora tutto bene, non si vede nulla, ma questa cosa mi aveva un po' sconvolta, ma poi vedevo mio figlio crescere solo e desiderare un amichetto, così ci siamo fatti coraggio,
    spiega con calma le cose a tuo marito, sai i maschi vanno presi un po' con le pinze…

  2. Non posso esserti utile…non so che dire..mi hai lasciata senza parole…un po' perchè io veramente pensare al secondo figlio (in questo momento) sto male pertanto anche se me lo chiedesse il mio piccolo, non potrei accontentarlo. Non riuscirei, non sarei una buona bis mamma. Un po' perchè penso che comunque bisogna esserne convinti. Entrambi. é dura…ti sono vicina (serve a qualcosa???)
    Un abbraccio

  3. io a un secondo figlio inizio a pensare, non subito, penso che ora come ora da un parte non ce la farei fisicamente, il mio bimbo non ha ancora 2 anni, dall'altra mi sembrerebbe di fargli un torto: si merita ancora di avere la mamma tutta per sè per qualche mese… ma fra un anno mi sembrerebbe di fargli un torto se non lo facessi! solo che con la mia situazione lavorativa… contratti di 6 mesi intervallati da periodi di disoccupazione… è dura prendere questa decisione. e poi in queste scelte bisogna essere in due, e non solo a volerlo ma anche a farsi coraggio e sostenersi a vicenda. mi dispiace molto che tu ne soffra… ma purtroppo la vita è spesso così complicata…

  4. Cara RJ, un secondo figlio deve essere un desiderio, una gioia e un'aspettatviva prima di tutto per voi due come coppia e poi secondo me viene il resto. Ti lancio una provocazione: se il secondo figlio alla lunga facesse degenerare il vostro rapporto di coppia, Belvetta come la vivrebbe questa situazione? Solo un pensiero e nessun intento di giudicare. Anche noi staimo pensando al secondo figlio e molte volte diciamo proprio questo: Edo avrebbe proprio bisogno di un fratellino! Ma noi come coppia siamo pronti? Solo una riflessione…

  5. @Sabby gliene ho parlato a iosa, anche perchè appunto…la mia gravidanza è andata benissimo, Ida è sanissima! Sai cosa mi risponde? "Appunto…già ci è andata bene una volta perchè ritentare la sorte?". Grrrrrrrrrr!
    @Istinto io ho 35 anni, Ida quasi 3: è il momento giusto. E poi che TU ti senta troppo affaticata è un ottimo motivo ma che LUI che non ha mosso paglia (se non alzarsi qualche notte mentre io la cambiavo e lavavo e vestivo e cullavo solo per poter dire "io c'ero" ma senza darmi nessun aiuto serio)…se lui che non ha mosso paglia per 18 mesi mi dicesse "troppa fatica" gli spaccherei la faccia.
    @Cosmic infatti è questo il momento giusto. Grazie del sostegno.
    @Ruben sarò molto schietta: fra noi non c'è più l'amore di prima e non penso tornerà. Ci vogliamo bene certamente ma l'amore con la A maiuscola non c'è più. E' diventato altro. L'ho (quasi) accettato. Non romperò questa famiglia. Anche perchè non credo potrei formarmene un'altra. Quindi onestamente c'è poco da rovinare. E se anche fosse almeno Belvetta non sarebbe sola.
    Scusate se sono un po' cupa ma in questa casa siamo in 3 e mezzo: io, DaddyBear, Belvetta e il mio bambino mai nato. E fa male.

  6. la penso un po' come siredward. non potete fare un figlio perchè belvetta lo desidera, un figlio è un progetto di coppia. però tu lo vuoi. non so come sia la situazione con tuo marito, nè perchè lui non voglia un secondo bambino, ma secondo me dovresti assolutamente insistere e capire le sue reali motivazioni.

  7. Personalmente ti dico: insisti. Un fratellino/sorellina è una cosa meravigliosa. Io non avrei mai voluto un figlio unico (in realtà ne avre voluti anche di più). Comunque quando li vedo giocare insieme, quando li sento chiaccherare alla sera prima di dormire, perfino quando litigano e sono gelosi uno dell'altro so che così va bene, so che uno sarebbe stato troppo solo. E' difficile da spiegare, ma uno solo è un bambino in mezzo a due adulti, così invece sono due bambini. Possono condividere un mondo di giochi e fantasia, che non potrebbero comunicare a un adulto. E so che anche quando saranno grandi si faranno compagnia e si vorranno sempre bene.

  8. Personalmente ti dico: insisti. Un fratellino/sorellina è una cosa meravigliosa. Io non avrei mai voluto un figlio unico (in realtà ne avre voluti anche di più). Comunque quando li vedo giocare insieme, quando li sento chiaccherare alla sera prima di dormire, perfino quando litigano e sono gelosi uno dell'altro so che così va bene, so che uno sarebbe stato troppo solo. E' difficile da spiegare, ma uno solo è un bambino in mezzo a due adulti, così invece sono due bambini. Possono condividere un mondo di giochi e fantasia, che non potrebbero comunicare a un adulto. E so che anche quando saranno grandi si faranno compagnia e si vorranno sempre bene.

  9. agrimonia dice:

    azz siamo proprio speculari, Marito lo desiderava subito ed io no e son passsati 12 anni…però forse per una donna è diverso sentire di essere pronta a diventare madre è qualcosa di viscerale, per l'uomo penso che sia diverso.IL Marito mi diceva che aveva volgia di crescere un altro piccolino/a.

    Forse Daddy è così "innamorato" di Belvetta che avere un altro figlio gli sembrerebbe di tradirla

  10. ciao, è la prima volta che passo di qui e capito proprio su questo post così delicato… dal mio punto di vista hai assolutamente ragione a voler fare un altro figlio e tutto quel che dici è giusto e sacrosanto. ma soprattuto mi pare che ci sia qualcosa da indagare nel rapporto con il padre della tua pupa, cui non hai riservato parole dolci nel tuo post. di sicuro avrai i tuoi buoni motivi per farlo ma è proprio perché ce li hai che mi viene da dire: o risolvete un po' di cose o non si va lontano. ti abbraccio

  11. @Nuvole pensa che per me è il motivo migliore del mondo!
    @Oh Mamma hai centrato proprio il punto: voglio darle quel mondo, quel sostegno, quella complicità che solo un altro nano può dare.
    @Paola non è un momento facile. Prima dell'estate siamo arrivati ai ferri corti perchè io mi ero stancata di avere un coinquilino e non un marito. DaddyBear è un gran papà (troppo permissivo e poco utile sul pratico, ma si sforza per migliorare e comunque è di una dolcezza infinita con Belvetta) ma è talmente teso a dimostrare che i suoi genitori non hanno sbagliato a lasciarlo figlio unico (che sua madre col parto che ha avuto la capisco eh…sia chiaro!) che non può ammettere che è stato un loro bisogno ma deve dire che E' L'UNICO MODO GIUSTO. Comunque dopo una ripresa fra di noi lui ora si sente di nuovo al sicuro e ha ricominciato praticamente come prima aggiungendo questo atteggiamento di "Dico no a te e forse a tutti gli altri ma è no" che mi manda in bestia. Io questo bambino ce l'ho dentro di me. Lo vedo, lo sento, il miko cuore lo chiama e non accetto che il suo EGOISMO privi me e la nostra bimba di questo. ANche perchè quell'imbecille poi diventerebbe pazzo di gioia!
    @Agrimonia tu avevi grossi motivi per non volere un secondo figlio, per non sentirti pronta. E' molto diverso.

  12. hai detto davvero una cosa giustissima: "quell'imbecille poi diventerebbe pazzo di gioia"… ne sono sicura. però certo la situazione è complicata e questo non basta. secondo me comunque fai bene a lottare per tirare su il vostro rapporto e convincerlo. non vi conosco personalmente, ma mi sembra probabile che siano le sue insicurezze, la paura di non farcela, di non riuscire a gestire 2 figli (forse anche proiettata su di te) che lo fanno impuntare sul 'no'. conosco tante persone che hanno fatto la scelta di avere un figlio unico per questo motivo. del resto in Italia la media è di 1,2 figli a famiglia…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: