Post di indirizzo (ovvero come leggere il blog)

Perché si scrive un blog?
Ci possono essere innumerevoli motivi: per parlare di una propria passione, per dare un servizio, per vendere prodotti o idee, per fare politica, ecc…
Io lo tengo per raccontarmi, a chi mi segue ma soprattutto a me stessa.
E’ il mio diario elettronico.
Mi piace che da quello che scrivo nasca un confronto, ma si deve tenere presente che io sono quello che scrivo. Senza filtri.
Non mi censuro, non indoro la pillola, non mi trincero dietro il “non si fa” o “e poi cosa penserà chi mi legge”.
Lo faccio già abbastanza nella vita “in carne e ossa” e qui mi rifiuto.
Scrivo questo perché lo so che in questo periodo sono divertente come un palo ficcato laddove un palo non dovrebbe mai stare, so che non do’ un’immagine idilliaca della moglie-madre, so che dico cose scomode in toni magari non sempre accomodanti.
Mi spiace se questo infastidisce, se fa pensare che non ami mia figlia (che non ami mio marito me lo sto già pensando io da un po’ e quando troverò una risposta poi ve la dico) o che non sia “una brava ragazza”.
Perchè io mia figlia la amo (ma non ho remore a dire che in questo periodo mi fa vedere i sorci verdi e porre mille domande sullla mia attituddine alla maternità) e sono una brava persona (anche se non sempre secondo i canoni della comune morale perbenista del “si pensa ma non si dice”).
Però io sono così.
Vado presa come sono.
Almeno qui.

Commenti

  1. Io ti avevo già capita e infatti, proprio per questo, ti adoro!
    Sei grande

  2. Nessuno pensa che non ami tua figlia o che non sei una "brava ragazza", anzi. E non infastidisci affatto. Però addolori chi si sente impotente ad aiutarti. Perchè so che si tratta di relazioni solo virtuali, ma spesso, proprio perchè sono, siamo, senza censure, sul web nascono relazioni più reali di quelle "vere"… ti ho scritto spesso che trovo molte affinità tra noi… è per questo che ti ossessiono, e ti provoco, e cerco ostinatamente di farti vedere "altro"… perchè penso che la "sorellanza" tra donne, anche se solo in rete, sia un dono prezioso… almeno lo è per me.

  3. Anonymous dice:

    Non posso giudicarti e penso che fai bene a scrivere ciò che pensi, nel bene e nel male, magari riuscissi a farlo anche io. Vivo un periodo esattamente uguale al tuo con la differenza che di figlie ne ho due. Ti sono vicina !!!!

  4. @Lory io non ho bisogno di vedere altro. Ho bisogno di non sentirmi sbagliata a volere il mio bene. Ho bisogno di appoggio, sostegno, ho bisogno di sentirmi dire che ho diritto ad essere amata e ad avere un'identità separata da mia figlia.
    @Istinto, Anonimo: grazie.

  5. Perfettamente d'accordo con te.
    Anche secondo me, sul blog bisogna essere così: sè stesse, prendere o lasciare!
    Tu hai diritto di essere amata, chiunque ce l'ha.
    E sono sicura che troverai la tua strada. Ti stai solo facendo delle domande, magari hai solo bisogno di tempo, ma troverai la tua strada. La scelta sarà la tua, per cui se sarai serena e felice tu, lo sarà anche tua figlia.
    Un abbraccio
    Kriegio

  6. uno spazio senza censure…roba che manderebbe a spasso tutti gli psicologi! questo spazio è salutare, fa bene all'anima e al cervello, è oro!!! e tu fai bene, benissimo a sfruttarlo così!

  7. forse è questo il motivo per cui è cosi interessante leggerti? ciao

  8. Siamo stanche tutte noi mamme penso (o magari parlo solo per me) di quest'ansia da performance della brava/felice/appagata mamma, moglie, donna … seeeeee ma dove??? Nel mondo reale, nell'infinita sequenza dei momenti quotidiani, gli scazzi (ops, scusa) sono infiniti. Personalmente il taglio che vuoi dare al tuo blog sono affari tuoi ma se ci si rende pubblici in qualche modo si è sempre esposti, sta a te fartene toccare o meno. So che non è facile ma è così. A me personalmente la verità e la veridicità piacciono, e molto, ed è per questo che bazzico spesso per di qua … anche per sentirmi un po' più vera. Ciao!

  9. Grande Roccia, bravissima!!!

  10. agrimonia dice:

    Chi non ammette che a volte i figli danno fastidio è un ipocrita….di madonna assunta in cielo forse ce nè stata una ed anche lei si è arrabbiata quando è andato in giro da solo

  11. MammaTuttoFare dice:

    non vedo perchè dovresti censurare i TUOI post nel TUO blog….chi non accetta o è infastidito dal tono di questi può sempre andare a leggere qualche altro blog o guardare la tv, dove le donne sono manager/mamme/mogli/amanti, perfette, felici, appagate e pure strafighe……io non ho mai pensato che tu non ami tua figlia, capisco e condivido il tuo punto di vista quando dici che non sei e non accetti di essere solo mamma. FORZA!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: