E uno l’ho finito!

L’ho iniziato sabato pomeriggio.
L’ho finito in meno di 24 ore.
E’ divertente, realistico ma non allo sfinimento, psichedelicamente coinvolgente e molto molto molto EXTRA.
Di cosa parlo?
Ma di questo libro ovviamente:
libro patrizia violi
A Patrizia che mi citò su Vanity Fair devo come minimo una recensione e non può che essere positiva.
Scrivere un romanzo è difficile soprattutto perchè ci si mette un po’ di tutto quello che siamo e viviamo ma non deve essere completamente NOI altrimenti può essere un saggio, un’autobiografia ma non un romanzo.
Patrizia invece ce l’ha fatta e il risultato è ottimo. Parla di sè come mamma parlando di Silvia (la protagonista) e parla del mondo blogger senza traspondere nel libro il suo blog.
Detta così sembra semplice ma in realtà a me sembra un’esperienza titanica, una scelta molto coraggiosa.
Siccome sono libristicamente bulimica ho iniziato subito anche questo:
che è un libro diverso perchè invece Chiara racconta la sua storia.
Una storia particolare: una gravidanza non cercata, arrivata in un momento…beh…diciamo poco opportuno. Un astoria raccontata in modo ironico e disincantato ma soprattutto senza peli sulla lingua.
Sono all’inizio e stamattina quando l’ho chiuso ero arrivata alla frase “Io stavo alla gravidanza come una playmate al noviziato”.
Meravigliosa.

Commenti

  1. Ma sei un razzo!!! Quello di Chiara l'ho già letto, mentre ieri sera ho iniziato proprio Una mamma da URL!!! ma dubito riuscirò a finirlo in tempi record come i tuoi!!! 🙂

  2. Son bulimica ve l'ho detto!!! :p

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: